Occhi senza lacrime

Occhi senza lacrime
stagni senza nuvole
l’aprile non ha rondini nel cielo
un fiore ripiegato sullo stelo.
Albe sempre pallide
notti sempre gelide
la musica non ha più melodia
il tempo fugge senza pietà.
Labbra non ridete
occhi non piangete
bocca non cantar
stelle non brillate
arpe non suonate
per chi non vuole amar.
Occhi senza lacrime
stagni senza nuvole
il cuore è freddo se non ha peccato
io rido, piango
perché ho sempre amato.
Labbra non ridete
occhi non piangete
bocca non cantar
stelle non brillate
arpe non suonate
per chi non vuole amar.
Occhi senza lacrime
stagni senza nuvole
il cuore è freddo se non ha peccato
io rido, piango
perché ho sempre amato.

Passa il tempo

Solo di luci ed ombre è fatta la vita
solo di luci ed ombre che si dissolvono.
Passa, passa il tempo,
ma per noi non passerà
forse l’hai fermato coi tuoi baci
un solo minuto è un’ora
un’ora sola è un giorno
e un solo giorno l’eternità
passa, passa il tempo
ma per noi non passerà
forse questo amore l’hai incantato
sogno senza fine, eterna felicità
è il tempo che per noi non passerà.
Sogno senza fine, eterna felicità
è il tempo che per noi non passerà.
non passerà.

Pesca tu che pesco anch’io

Oggi il mondo è come il mare
o mia cara Mariolì
dove alcuno vuol pescare
un tesoro di tutti i dì.
Cerca, cerca, prima o poi
la fortuna arriverà.
per trovarla pure noi
amor mio, sai che si fa.
pesca tu
che pesco anch’io
o Mariolì
o Mariolì.
Prova tu
che provo anch’io
o Mariolì
o Mariolì.
Amore, amore
il mondo è come il mare
c’è chi non sa nuotare
e a galla sempre sta.
C’è chi sull’onda
si sa barcamenare
chi senza navigare
sempre in porto arriverà.
Tutti vogliono pescare
o mia cara Mariolì
tutti vogliono arrivare
oggi il mondo va così.
Chi va in cerca del successo
tira l’acqua al suo mulin.
ma c’è sempre il pesce grosso
che si mangia il pesciolin!
pesca tu
che pesco anch’io
o Mariolì
o Mariolì.

Due cipressi

Quella coppia di cipressi
uno accanto all’altro
siamo noi stessi,
siamo noi stessi.
Troppo vicini
troppo lontani
come i nostri occhi,
come le nostre mani.
ondeggiano,
si cercano,
non possono unirsi mai.
Si guardano,
si amano
e piangono come noi.
Quella coppia di cipressi
uno accanto all’altro
siamo noi stessi,
siamo noi stessi.
con il nostro
impossibile amor.

Prima del paradiso

Quante volte ho immaginato di vivere.
oltre il sogno per un attimo così…
prima del paradiso
dove gli angeli cantano
e le stelle sorridono,
ho veduto te.
Prima del paradiso
dove i sogni si avverano
e i destini si incontrano,
ho incontrato te.
Ora so perché infinito è il cielo
e perché da tanta luce il sole:
è l’amore l’amore,
e l’amore sei tu!
Prima del paradiso
dove gli angeli cantano
ed i sogni si avverano
ho trovato te.
in un magico
e incantevole
paradiso tutto per me!

Fiori sull’acqua

Sopra l’acqua di velluto,
tre corolle han disegnato
due pupille ed una bocca:
il tuo volto che sorride a me!
Ma già un soffio le disperde
e disperde pure te!
sogno vagante
che muore in un mattino
è questo prodigio di petali
che ti ha riportato al mio cuore!
Sogno di un’ora
che illude e se ne va,
come i fiori che sull’acqua si dileguano,
ti allontani, per sempre, da me!

Quando il vento d’aprile

Si può morire d’amore
senza morire
e sento il mio respiro,
e vedo ancora il sole…
ascolto ancora il mare.
e vivo.
ma quando il vento d’aprile
porta un profumo d’aranci,
e mille voci
giungono fino a me.
e quando l’alba, che sale,
tutto d’azzurro colora,
allora, allora è già morire
senza vivere senza di te!
si può morire d’amore
senza morire!

Gondolì gondolà

Un inglesina, sul Canal Grande
Guarda la luna, sospira e fa
Gondola, gondola, gondola,
Gondola, gondola
Un fornaretto sentimentale,
S’affaccia al ponte e canta così
Gondola, gondola, gondola,
Gondola, gondola
Lei gli sorride, lui fa l’occhietto
E tutto a un tratto nasce l’amor
Ogni notte a Venezia
Con un quarto di luna
Scivola sulla laguna
Il più bel sogno d’amor
Gondola, gondola, gondola
Gondola, gondola
Gondola, gondola, gondolì
Gondola, gondola
Scivola sulla laguna
Il più bel sogno d’amor
Gondola, gondola, gondola
Gondola, gondola
Gondola, gondola, gondolì
Gondola, gondolì
Gondolì, gondolì, gondolì.

Quando quando quando

Dimmi quando tu verrai,
dimmi quando quando quando.
l’anno, il giorno e l’ora in cui
forse tu mi bacerai.
Ogni istante attenderò,
fino a quando. quando. quando.
d’improvviso ti vedrò
sorridente accanto a me!
Se vuoi dirmi di sì
devi dirlo perché
non ha senso per
la mia vita senza te.
Dimmi quando tu verrai,
dimmi quando quando quando.
e baciandomi dirai,
“Non ci lasceremo mai!”
Se vuoi dirmi di sì
devi dirlo perché
non ha senso per
la mia vita senza te.
Dimmi quando tu verrai,
dimmi quando quando quando.
e baciandomi dirai,
“Non ci lasceremo mai!”

I colori della felicità

Una dolcezza,
un’estasi.
un’emozione nuova sento in me.
e voglio dire a tutti che cos’è.
mi sono innamorata,
innamorata,
vedo la luna viola,
il mare bianco.
inverosimili colori
intorno a me,
il mondo è bello
perché amo te.
mi sono innamorata,
innamorata
passando per le strade
saluto tutti
e l’illusione di volare
io sento in me,
raggiungo il cielo
perché amo te!
mi sono innamorata
innamorata;
i prati sono azzurri,
il sole verde.
c’è una girandola di luci
intorno a me
e più felice
mi sento perché
io sono innamo-innamo-innamo-innamo-innamorata
di te.
la la la la la – la la la la
…innamorata di te!