Perché, perché?

Ma perché, perché
penso sempre a te
e se sogno, sogno solo te.
Immaginando.
immaginando
di poter baciarti
stretto, stretto in braccio a me.
Ma chissà, chissà
cosa mai sarà.
Che cos’hai che un altro non avrà?
Mi son trovata
innamorata
all’improvviso accanto a te.
Ne conosco centomila
ma mi piaci tu,
a con te
ci sto bene veramente:
tu sei differente.
Ma perché, perché
penso sempre a te?
Ma cos’è che sento dentro me?
Amore, amore,
ti voglio bene:
sai che son sincera,
t’amo davvero.
Ma perché, ma perché perché!

Perdonarsi in due

Tu mi guardi e sorridi;
io ti tendo le mani.
Ci sentiamo timidi
come la prima volta
che abbiamo parlato d’amor.
Perdonarsi in due
è come amarsi un’altra volta;
in fondo al cuor si ascolta
una musica dolce cantar.
Perdonarsi in due
è come dirsi ancora: ” T’amo”
prendendoci per mano
nel sogno che sembra tornar.
Nulla mi dirai,
nulla chiederò,
il silenzio vale
tutte le parole d’amor.
Perdonarsi in due
è come amarsi un’altra volta,
ma ancor più dolce sembra l’amor.
Dillo anche tu, è bello
perdonarsi in due.

Quando ci si vuol bene (come noi)

Quando ci si vuol bene come noi
nessuna frase al mondo sembrerà
avere la forza di questa parola
amore, amore…
Quando ci si vuol bene come noi
la lontananza non importa più
ci uniscono i tuoi sogni con i miei
quando ci si vuol bene come noi.
Quando ci si vuol bene come noi
oltre i confini dell’eternità
il desiderio non tramonta mai
quando ci si vuol bene come noi.
Quando ci si vuol bene come noi
l’io non esiste e non esiste il tu
perché si annulla nell’eterno noi
quando ci si vuol bene come noi.
Quando ci si vuol bene come noi
nessuna frase al mondo sembrerà
avere la forza di queste parole
ti amo, ti amo, ti amo, ti amo…

Ricorda

Ricorda amore mio, ricorda…
Se tu fra i sorrisi della gente
cercherai un sorriso per te solo
cercherai fra le mani un’altra mano
ricorda io ti amo.
E se più nessuno ti risponde
e ti sei perduto nel silenzio
griderò per il quanto sia lontano
ricorda io ti amo
E adesso va, io ti seguirò
con gli occhi, fino a quando
il mio pianto ti vestirà d’argento
Ma se quando scenderà la sera
sentirai le parole che volevi
ed avrai chi ti prende per la mano
dimentica amore mio
dimentica che ti amo
E adesso va, io ti seguirò
con gli occhi, fino a quando
il mio pianto ti vestirà d’argento
Ma se quando scenderà la sera
sentirai le parole che volevi
ed avrai chi ti prende per la mano
dimentica amore mio
dimentica che ti amo.

Se passerai di qui

Ritorno sempre nello stesso viale,
tutto è rimasto uguale.
Eppure tutto sembra un po’ triste,
ha il grigio della mia malinconia.
Ma se passerai di qui
ricordati, ricordati di me:
di quando mi chiedesti
se ti volevo bene
e di quando ti risposi
“Amore, amore si”
Se passerai di qui,
ricordati, ricordati di me:
le cose che hai giurato
i baci che ti ho dato
li troverai ancora,
riportali con te.
Se passerai di qui,
ricordati, ricordati di me!

Sull’acqua

Non importa che sia il mare
non importa che sia un fiume
ma sull’acqua con te
e sull’acqua scivolare piano piano
mentre il cuore s’addormenta
galleggiando come un fiore
sull’acqua, sull’acqua.
Guardo il cielo, quante stelle
e la luna poco a poco
qui sull’acqua con te
stupefatta si distoglie
e dilaga dolcemente sulle tue braccia,
le tue braccia, le tue braccia…
oh oh oh… oh oh oh…
le tue braccia che mi chiamano
le tue braccia che si chiudono
come l’acqua su di me
e mi portano nel fondo
di un azzurro senza fine,
senza fine, senza fine…
Non importa che sia il mare
non importa che sia un fiume
ma sull’acqua con te
e sull’acqua scivolare piano piano
mentre il cuore s’addormenta
galleggiando come un fiore
sull’acqua, sull’acqua, sull’acqua.
Qui sull’acqua con te
e la luna poco a poco
si dilaga dolcemente
sulle tue braccia, le tue braccia,
le tue braccia, oh oh oh, oh oh oh…
le tue braccia che mi chiamano
le tue braccia che si chiudono
come l’acqua su di me
e mi portano nel fondo
di un azzurro senza fine,
senza fine, senza fine…
Non importa che sia il mare
non importa che sia un fiume
ma sull’acqua con te
e sull’acqua scivolare piano piano
mentre il cuore s’addormenta
galleggiando come un fiore
sull’acqua, sull’acqua, sull’acqua.

Amor, mon amour, my love

Amor, mon amour, my love
(Mon amour)
è il nome che ho dato a te
(O my love)
Il mondo che voglio sei tu perché
Io vivo solo di te
Amor, mon amour, my love
(Mon amour)
Rimani con me stasera
(O my love)
Per tutta la vita ti chiamerò
Amor, mon amour, my love
Amor, mon amour, my love
è il nome che ho dato a te
Il mondo che voglio sei tu perché
Io vivo solo di te
Amor, mon amour, my love
(Mon amour)
Rimani con me stasera
(O my love)
Per tutta la vita ti chiamerò
Amor, mon amour, my love
Amor, mon amour, my love.

Tu venisti dal mare

Nel mese dei rimpianti e delle nebbie
il vento strappa con furor le foglie…
Un’aria grigia avvolge la banchina
e l’onda batte con fragor gli scogli…
Tu parti… tu parti…
e senza te la vita è nulla… è nulla…
Tu venisti dal mare
e mi dicesti: amore… amore…
Tu venisti col vento
e mi giurasti eterno amore…
Ora il mare ti porta via,
il vento ti porta via
lontana, lontana da me…
Ora i baci che tu mi hai dato,
i sogni che tu m’hai dato
svaniscono insieme con te…
Tu venisti dal mare
e mi dicesti: amore … amore…
Ora nel mare,
ora nel vento
scompare
il sogno mio per te…

Com’è piccolo il cielo

Com’è piccolo il cielo
quando tu non ci sei
tutto l’azzurro, tutto l’azzurro
sembra un pezzetto di vetro
com’è immenso il tempo
se ti sto aspettando
ogni momento che sta passando
sembra un’eternità.
Ma appena giungi
e prima ancor che ti baci
il cielo diventa infinito
e il tempo una pioggia furiosa
di attimi, di attimi
di attimi felici.
Com’è piccolo il cielo
quando tu non ci sei
una farfalla, una farfalla
basta a nascondere il sol.
Ma appena giungi
e prima ancor che ti baci
il cielo diventa infinito
e il tempo una pioggia furiosa
di attimi, di attimi
di attimi felici.
Com’è piccolo il cielo
quando tu non ci sei
una farfalla, una farfalla
basta a nascondere il sol
basta a nascondere il sol.

Un cappotto rivoltato

Con un cappotto rivoltato
un po’ sbiadito
e mento di non essere ascoltato
e mento di non essere gradito
non ho saputo parlarti d’amore
ora che faccio mostra con un cappotto nuovo
e noto che la gente mi rispetta
son qui per dirti ciò che non ho detto
del mio amor.
Sono tornato ma è tardi,
è troppo tardi.
Io t’ho per sempre perduta
sei felice ma senza di me.
Con un cappotto nuovo nuovo
mi sento solo
cammino senza meta lentamente,
cammino senza meta fra la gente
e me ne vado lontano da te.
ora che faccio mostra con un cappotto nuovo
e noto che la gente mi rispetta
son qui per dirti ciò che non ho detto
del mio amor.
Sono tornato ma è tardi,
è troppo tardi.
Io t’ho per sempre perduta
sei felice ma senza di me.
Con un cappotto nuovo nuovo
mi sento solo
cammino senza meta lentamente,
cammino senza meta fra la gente
e me ne vado lontano da te,
e me ne vado lontano da te,
e me ne vado lontano da te
da te, da te.