Sotto le lenzuola

Io l’altra notte
l’ho tradita
e son tornato
alle cinque
pian piano
sotto le lenzuola
non la volevo svegliar
ma l’abatjour
che è vicino a lei
s’illuminò
come gli occhi suoi
lei mi guardò
io non parlai
io non parlai
e come Giuda la baciai
ehi ehi ehi
io non giocai
quella notte a poker
ma sono stato insieme
alla sua amica
Guardando me
sembrava che
lei mi leggesse la verità
e con la mano
accarezzandomi le labbra
mi perdonava quel che lei
non saprà mai
io amo lei
soltanto lei
ma perchè mai
l’avrò tradita
La sera dopo
sono uscito
per fare il solito poker
avrei voluto che venisse
ma lei mi ha detto
di no
vai pure vai
io rimango qui
gli amici tuoi
sono tutti là
sveglia sarò
quando verrai
quando tu verrai
e poi mi disse sorridendo
ehi ehi ehi
al poker sai
non si gioca in tre
e non giocare più
con la mia amica
dagli occhi suoi
cadeva giù’
un lacrimone
tinto di blu
e con la mano
accarezzandole le labbra
le dissi
grazie amore mio
e la baciai
io amo lei
soltanto lei
ma perché mai
l’avrò tradita
oh oh oh
oh oh oh oh
io amo lei
soltanto lei
ma perché mai
l’avrò tradita
io amo lei
soltanto lei
ma perché mai
l’avrò tradita
oh oh oh
io amo lei
soltanto lei
ma perché mai
l’avrò tradita.

Una storia

Una storia che credevo senza fine
e oggi mi sento solo, in compagnia
torni a casa e sembra lunga la strada
dove ieri felice tu correvi, incontro a lei.
Felicità che non torna più, con la poesia
guardi il mare, vuoi andar via
nostalgia di libertà.
Come un uccello vola e va
al primo freddo se va
nessuno sa se un giorno tornerà
intanto vola, intanto va
intanto vola e se ne va
intanto vola, intanto va
intanto vola e se ne va.
Una storia che ritorna come prima
e oggi tu credi ancora, nella poesia
prati verdi e fiori gialli
nei sogni e nei pensieri
ti svegli e già dorridi, pensando a lei.
Con te ritorna la gioventù e l’allegria
per i tuoi occhi amica mia,
vedo ancora la libertà.
Come un uccello vola e va
lascia il suo nido e se va
nessuno sa se amore troverà
intanto vola, intanto va
intanto vola e se ne va
intanto vola, intanto va
intanto vola e se ne va
intanto vola, intanto va
intanto vola e se ne va
intanto vola e se ne va.

Il sorriso, il paradiso

Io correvo tra le foglie al vento
Mentre tu mi ridevi dentro
Un sorriso diventava pianto
Quanta polvere nel cuore
Non riesco più a parlare, a parlare
Ci sei sempre tu a parlare
Volevo morire
Volevo soffrire
Volevo sparire
Perché bella come te
Sei più bella di un sorriso
Perché dolce come te
C’è soltanto il paradiso
Il tuo viso, il tuo sorriso
Volevo l’amore
Volevo giocare
Mi hai fatto giocare
Ma tu bella come sei
Mi hai strappato anche il sorriso
Ma tu dolce come mai
Hai bruciato il paradiso
Col tuo viso, il tuo sorriso
Dentro il sole si specchiava il vento
Mentre tu mi correvi incontro
Col sorriso m’asciugavi il pianto
Non riesco più a giocare, a giocare
Sai soltanto tu giocare
Sai soltanto tu giocare
Sai soltanto tu giocare
Sai soltanto tu far male
Sai soltanto tu far male
Sai soltanto tu far male

Perché bella come te
Sei più bella di un sorriso
Perché dolce come te
C’è soltanto il paradiso
Il tuo viso, il tuo sorriso
Il tuo viso, il tuo sorriso
Il tuo viso, il tuo sorriso.

Il viso di lei

Mi sentivo solo
e guardavo di fuori le nuvole
su quel treno che tornava da te
era quasi sera
e mi persi negli occhi di un angelo
lei era lì di fronte a me
il viso di lei
era nei tuoi occhi neri
ad ogni stazione
c’era gente senza nome
che saliva e andava giù
e che no avrei rivisto più
che saliva e andava giù
e che no avrei rivisto più
mi sentivo solo
ero triste ascoltando la musica
di una radio che suonava per me
era quasi sera
e mi persi negli occhi di un angelo
lei era lì
di fronte a me
il viso di lei
era nei tuoi occhi neri
ad una stazione
quella donna senza nome
mi lasciava e andava giù
ed io no non l’ho mai rivista più
mi lasciava e andava giù
ed io no non l’ho mai rivista più
mi lasciava e andava giù
ed io no non l’ho mai rivista più
mi lasciava e andava giù
ed io no non l’ho mai rivista più

L’ora giusta

Viene una volta sola
la primavera
ma l’ora giusta
viene ogni sera
la ra la la la la la
la la la la la la la la
Lui
chi mi manca è lui
quando è l’ora giusta
il vento è caldo
e non è qui
lui
chi mi manca è lui
va
mia tristezza va
con le foglie gialle
che il tempo amico cancellerà
va
mia tristezza va
ma io lo so
che lui
non può restar lontano da me
ma io lo so lo so
che l’ora è giusta è stare con te
la la la la la
la la la la la la la la la la la la la la la la
Va
mia tristezza va
con le foglie gialle
che il tempo amico cancellerà
va
mia tristezza va
ma io lo so
che lui
non può restar lontano da me
ma io lo so lo so
che l’ora è giusta è stare con te
la la la la la la
la la la la la la la la
ma io lo so
che lui
non può non restar lontano da me
ma io so
che lui non può
non restar lontano da me

L’ultimo romantico

L’ultimo
Sono io l’ultimo romántico
Sono io quello che ti può
Donare un fiore
E capire da questo
Dall’espressione del viso
Dal tremore di una mano
Se mi ami…
L’ultimo
L’ultimo romantico di un mondo
Che si può commuovere
Guardando due colombi
Baciarsi su una piazza
Incuranti della gente
E li può calpestare
per la fretta d’arrivare
Perché…
se una rosa è una rosa
Da quando c’è il mondo
Io devo cambiare…
Perché…
se il mare e il cielo, il sole e il vento
Non cambiano mai…
Perché…
se l’amore è l’amore
Da quando c’è il mondo
Io devo cambiare…
Perché…
ci son già tante cose
Que stanno cambiando
L’amore non può…
L’ultimo
L’ultimo romantico di un mondo
Che si può commuovere
Guardando due ragazzi
Baciarsi su una piazza
Incuranti della gente
Come facciamo adessso
Come facciamo noi due.

La folle corsa

Io di notte con lei vedo il sole lo sai
ma svegliandomi poi, il buio…
Il denaro che ho, anche lui brilla un po’
ma ritorna però, il buio…
Io vorrei pregare ma le mie mani non so unire…
Tu dammi la fede persa, tu l’azzurro in cuore versa.
Io senza di te cadrei perché la mia è solo una folle corsa.
Tu dammi la fede persa, tu che lo puoi
tu l’azzurro in cuore versa, tu che lo puoi, che lo puoi
fallo per me, fallo per me
la mia è solo una folle corsa.
Se la mia voce non ha più eco
se nel mio cuor non c’è più fuoco
se nei miei occhi è sceso un velo
se nel mio mondo non c’è più cielo.
Tu dammi la fede persa, tu l’azzurro in cuore versa,
tu dammi la fede persa.
Corro in auto perché a scordarti io provo
ma fuggendo non vivo, io muoio.
Io vederti vorrei, nel bicchiere non sei
voglio luce e mi dai il buio.
Io vorrei pregare ma le mie mani non so unire…
Tu dammi la fede persa…
fallo per me.

Lo schiaffo

Ah
giusto era te che cercavo
volevo darti uno schiaffo
sai la ragione non dire no
so la ragione non dire no
ah
Elena ha detto che ieri
ieri sei stata da un altro
sai la ragione non dire no
so la ragione non dire no
no no no noooo
dovevi dirlo subito perché
hai fatto a pezzi questo sentimento
no no no nooooo no non è possibile
che sbagli sai
e dire che io t’ho creduta tanto
ah
dici di essere stanca
vuoi stare un mese da sola
sai la ragione non dire no
so la ragione non dire no
ah strano che proprio stasera
hai messo pure il rossetto
sai la ragione non dire no
so la ragione non dire no
no no no nooooo
dovevi dirlo subito perché
hai fatto a pezzi questo sentimento
no no no nooooo no non è possibile che sbagli sai
e dire che io t’ho creduta tanto
cara
cara
occhi che non sanno dire no
dove sei
che farai
non lo so
ma per me non esisti
per me
oramai non esiti più
per me
per me
oramai non esisti più
per me
per me
oramai non esisti più
per me
per me
oramai non esisti più…

Ninna nanna (cuore mio)

C’è un uomo che muore in questa città
piano piano si spegne e nemmeno lo sa
c’è un amore che muore in questa città
come un fiore sbiadito colore non ha
la gente passa e va
e non ti vede mai
a casa torni e poi
son stanchi gli occhi tuoi
mi baci, mi accendi
e invece tu menti,
è vero, è questo
soltanto un pretesto e
ninna nanna
canta canta
scende lentamente sul mio cuore neve bianca
ninna nanna
cuore mio
fino a questo punto dunque son ridotta io
e la notte rimango sveglia
c’è una lacrima fra le ciglia
e mi chiedo dov’è il tuo amore per me
un sottile veleno cade
e divide le nostre strade
il tuo amore per me, il mio amore per te
il tuo amore per me, il mio amore per te
ninna nanna
ninna nanna
una macchina è l’uomo che va finché va
un mattino ti svegli e fai solo pietà
su questa mano no
carezze più non ho
domenica verrà
l’amore tornerà
di nuovo c’è il fuoco
ma brucia per poco
poi freddo di colpo
son morta, sepolta e
ninna nanna
canta canta
scende lentamente sul mio cuore neve bianca
ninna nanna
cuore mio
fino a questo punto dunque son ridotta io
e la notte rimango sveglia
c’è una lacrima fra le ciglia
e mi chiedo dov’è il tuo amore per me
un sottile veleno cade
e divide le nostre strade
il tuo amore per me, il mio amore per te
il tuo amore per me, il mio amore per te
ninna nanna
ninna nanna

Non dimenticarti di me

Quando piove nella valle
e le foglie sono gialle
quando l’acqua si fa neve
ed il giorno è più breve
Quando il mondo si colora
e ritorna primavera
io ti cerco, io ti chiamo
ed ogni volta ti perdono
si apre il cuore per gridare:
non dimenticarti di me
non dimenticare il mio amore
non dimenticarti di me,
oh no…
Quando le vele sono sul mare
e le notti sono chiare
io non dormo per pregare
si apre il cuore per gridare:
non dimenticarti di me
non dimenticare il mio amore
non dimenticarti di me,
oh no…