Tre minuti di ricordi

Ricordo un bambino che corre lontano
Ricordo un bambino che corre lontano
qualcuno lo segue gli prende la mano
qualcuno lo segue gli prende la mano
Ricordo la mano due occhi di lago
Ricordo qualcosa ma è troppo vago
So solo che il bimbo correva contento
Correva felice giocava col vento
Correva felice giocava col vento.
Saltava rideva con tanta innocenza
Saltava rideva con tanta innocenza
Ma ora quel bimbo è troppo lontano
Non c’è più nessuno che gli dia una mano
E oggi è finito insieme a chi sbaglia
Si ho sbagliato ma io pagherò
Sono sicuro che riuscirò
A tornare quel bimbo di un tempo
A giocare col vento
Coro:
Dai torna come lui ritorna
Dai torna come lui ritorna.
Ed è per quel bimbo che corre lontano
Che sto già cambiando pensando al domani
Quegli occhi suoi grandi,lo sguardo innocente
Mi han dato la forza così di lottare
Di ridere il giorno la notte pregare
Si ho sbagliato ma io pagherò
Sono sicuro che riuscirò
A tornare quel bimbo di un tempo
A giocare col vento
Si son sicuro che riuscirò
Ed in me di nuovo crederò
Tornerò come il bimbo di un tempo
A giocare nel vento
Coro:
Dai torna come lui ritorna
Dai torna come lui ritorna.

Tu giovane amore mio

Cento lire di castagne calde poi
ti accompagno
tanto sono solo vuoi,
facciamo presto
perchè casca il mondo
se faccio tardi
anche di un secondo.
Se tu vuoi
domani ti telefono.
Se ne hai voglia
mi puoi dare il numero
e quella notte
non ho più dormito
c’è mancato poco
che non ti ho chiamato,
innamorato.
Qui giovane amore
cammino in silenzio per te
qui, com’era buffo a quei tempi
sei tu che ho qui
tu giovane amore mio.
Si…dagli indiscreti pensieri
ti portero’ via
dove tu vuoi
giovane amore,
profumo di vento.
Na na na
na na na na na
na na na na na na
Giovane amore
dov’è il colore
che dipinge la vita mia.
Camminiamo verso il cielo limpido,
sembra il sole
col tuo viso piccolo,
in una strada
ancora addormentata
per la prima volta emozionata
innamorata.
Qui giovane amore
cammino in silenzio per te
qui, com’era buffo a quei tempi
sei tu che ho qui
tu giovane amore mio
si…dagli indiscreti pensieri
ti portero’ via
Qui com’era buffo a quei tempi
sei tu che ho qui
tu giovane amore mio.
Si…dagli indiscreti pensieri
ti portero’ via.
Qui com’era buffo a quei tempi
sei tu che ho qui.

Tu nella mia vita

Se tu sbagli e t’arrabbi da sola
Cosa vuoi che sia
Ti amo tanto che posso far finta
Che sia colpa mia
In amore ero ancora bambina
Non ti ho detto mai
Che se ho perso pudore e paura
E’ per te lo sai
All’aurora mi sveglio cercando
Qualche cosa in me
Poi raccolgo parole nel cuore
Per portarle a te
(insieme) ah ah ah ah ah ah
(insieme) tu nella mia vita
Sempre tu
Se non ti avessi ti vorrei
Ti cercherei
Tu nella mia vita
Solo tu
Tutto il mio mondo
Sai com’è
E’ stare con te
(uomo) se ad una festa ti guarda qualcuno
La mia gelosia
Mi fa male e ripete più forte
Che sei solo mia
Io non posso pensare ad una vita
Dove non ci sei
Del mio amore, di tutti i miei sogni
Cosa ne farei
(insieme) ah ah ah ah ah ah
(insieme) tu nella mia vita
Sempre tu
Se non ti avessi ti vorrei
Ti cercherei
Tu nella mia vita
Sempre tu
Ogni pensiero accanto a te
Parla di te
(insieme) tu nella mia vita
Sempre tu
Se non ti avessi ti vorrei
Ti cercherei
Tu nella mia vita
Solo tu
Tutto il mio mondo
Sai com’è
E’ stare con te.

Un grande amore e niente più

Io, lontano da te pescatore lontano dal mare
io, chiedo da bere a una fonte asciugata dal sole.
Solitudine e malinconia
i soprammobili di casa mia
qualche libro… una poesia…
e sul piano una fotografia.
Io e te, un grande amore e niente più
io e te, le nostre corse fin laggiù
la dove c’è la capanna scoperta da noi
dove tu mi dicesti vorrei…
amore vorrei… stasera vorrei…
Notti… notti d’amore nel silenzio
il tuo nome… il mio nome.
Va non risale l’ acqua di un fiume
e nemmeno il tuo amore ritorna da me.
Solitudine e malinconia
in ogni angolo… in ogni via…
Ti rimprovero una sola cosa
che potevi dirmi almeno scusa.
lo e te, un grande amore niente più
io e te, le nostre corse fin laggiù
la dove c’è la capanna scoperta da noi
dove tu mi dicesti vorrei…
amore vorrei…
stasera vorrei…

Una casa grande

Amore mio

che ti lascio
quanto mi costa
no non lo sai
tu non capisci
immaginavo
ma non ce la faccio
proprio più
sì lo so che tu
non hai sbagliato
e lo so che tu
hai sempre dato
e di più ti sei sacrificato
ma
forse
non l’hai fatto mai per me
tu dici sempre
la nostra vita
dai tempo un anno
cambierà
sì che cambierà
torni la sera
sempre sempre più stanco
e noi non parliamo
quasi più
sì lo so che tu non hai sbagliato [si si lo so]
e lo so che tu hai sempre dato [si si lo so]
ed in più ti sei sacrificato [si si lo so]
ma
il mio sogno è averti accanto a me
una casa grande che importanza ha
se ci devo vivere da sola
una casa grande ma chi l’ha chiesta mai
i tuoi sogni no no non li seguo più
ma non capisci
chiedo soltanto
di stringere i denti
insieme a te
lottare insieme
soffrire insieme
vincere insieme
io e te
una casa grande che importanza ha
tante stanze immense
ed io da sola
una casa grande
ma chi l’ha chiesta mai
il tuoi sogni no non li seguo più
no no no non li seguo
[una casa grande] che importanza ha
[tante stanze immense] ed io da sola sola sola sola sola sola sola
[una casa grande] chi l’hai chiesta mai mai mai mai mai mai mai
no non ti seguo più

Vado via

Vado, questa volta ho deciso che vado,
Ma perché non me l´hai detto tu, di non poterne più
Dentro a quel mezzo sorriso un po’ spento ho scoperto i difetti che hai
Ma come avrei potuto amarti mai? Giuro che…
Vado via, casa tua più non c´è
E’ meglio se io ti lascio, adesso che posso, ti lascio
Non son più quel ragazzo che sai, ma non avrei ripensamenti mai…
Giuro che… vado via… casa tua più non c´è… E´ meglio se…
Tremo, sul confine di un mondo sereno il mio viaggio finisce con te,
Ma come avrei potuto amare te?
Giuro che… vado via… casa tua più non c´è.
E’ meglio se io ti lascio, adesso che posso
Ti lascio adesso che posso… ti lascio, ti lascio
Adesso che posso ti lascio.

Via Garibaldi

Ti incontro per la strada
questa sera
in questo angolo vero
di città
ti dico per l’ultima volta stasera
parole false
poi tacerò
ti dico che tramonta nel più rosso tramonto
parlare d’amore e di cuore
son false le parole
che uniscono le cose
in mazzi come rose
non c’è rosso stasera
non c’è primavera
e questa strada si chiama
via Garibaldi
non è un viale romantico
è grigia com’è grigia
questa città
verità
senza il bisogno di sincerità
concedimi una carezza
con tenerezza
senza parlare
senza fiatare
senza ascoltare
si spacca il cuore
ti amo
e lo dico senza fronzoli
ti amo
dosando le parole
non ho altro da dirti
ho una mano da darti
che trema nella tua
sarà un silenzio duro
non un muro
cammino al tuo fianco
con paura
in via Garibaldi
questa sera
coppia d’amanti
in questa strada vera
non c’è rosso stasera
non c’è primavera
e questa strada si chiama
via Garibaldi
non è un viale romantico
ma è grigia com’è grigia
questa città
verità
senza il bisogno di sincerità
concedimi una carezza
con tenerezza
senza parlare
senza fiatare
senza ascoltare
ti spacca il cuore
ti amo
te lo dico senza fronzoli
ti amo
dosando le parole
non ho altro da dirti
ho una mano da darti che trema nella tua
sarà un silenzio duro
non un muro
cammino al tuo fianco
con paura
in via Garibaldi
questa sera
coppia d’amanti in questa strada vera

Mistero

Mistero, è un mistero
questo sentimento che mi lega a te.
Io vorrei che fosse amore
ma non credo che lo sia
e non è solo un capriccio
e non è una simpatia.
Mistero, è un mistero
sarà che tu rassomigli troppo a me:
sempre gente intorno a te
ma di amici non ne hai
sei solo come me ma non lo sai.
Vivere per vivere da soli non si può
forse tu lo vuoi, io no
con un cuore e una chitarra
che sono tutto quel che ho
dovunque tu verrai, verrò.
Mistero, è un mistero
ma ha più fascino che non l’amore vero
mi domando fino a quando
fino a quando durerà
un giorno, un anno o più…
Mistero.
Vivere per vivere da soli non si può
forse tu lo vuoi, io no
con un cuore e una chitarra
che sono tutto quel che ho
dovunque tu verrai, verrò.
Mistero, è un mistero
ma ha più fascino che non l’amore vero
mi domando fino a quando
fino a quando durerà
un giorno, un anno o più…
Mistero.

Mondo mio

Non ci sono novita’
la mia vita è tutta qua
un’occhiata bastera’ perchè
proprio nulla cambiera’
sempre uguale restera’
il mondo mio.
Il postino arrivera’
nel giardino gettera’ una lettera
mondo mio non cambi mai
quando tu ti accorgerai
che sono qua.
Mondo mio
notte di stelle tu mi dai
mondo mio
sole arancione caldo sei.
Mondo mio
vento che soffia forte poi
mondo mio
lungo le nevi finirai.
Sono giovane e non so
se una vita bastera’
per sognare tutto quel
che lei ti da
certe volte voglio andare
ma non posso immaginare
dove andrei
se ci fossi ancora tu
la mia mano ti darei
ed allora si con te
io me ne andrei
e sul mondo volerei
con le ali che non hanno i sogni miei.
Mondo mio
ma dove andra’ quel treno li’,
mondo mio
lui va lontano
ed io sto qui.
Mondo mio
cerco il coraggio che non ho
mondo mio
questo coraggio non ce l’ho.
Mondo mio
ma dove andra’ quel treno li’,
mondo mio
lui va lontano
ed io sto qui.

Ogni volta che mi pare

Tu… più dolce al mattino
sei qui, ti sento
e invece stringo il cuscino
peccato, ci avrei giurato
e sul più bello
poi mi sono svegliato
ma senza di te.
Tu sei mia
e vorrei poterti avere
ogni volta che mi pare
come l’acqua, come il pane
quando ho sete
quando ho fame.
E mi sveglio
cercando te,
guardo il sole e intanto vedo te
vivo e muoio e non so
se ti avro’ o no
ma sei l’unica cosa che ho.
Amore, amore
la vita va,
oggi è qui
domani chi lo sa,
la tua pelle profuma di sole e tu
dammi il sole
che non muoio più.
C’è un altro cielo
c’è un altro mare
altre labbra da baciare
ma sei tu che voglio avere
solo tu che voglio amare
ogni volta che mi pare
e mi sveglio
cervando te,
guardo il sole e intanto vedo te
vivo e muoio e non so
se ti avro’ o no
ma sei l’unica cosa che ho.
Amore, amore
la vita va,
oggi è qui
domani chi lo sa,
la tua pelle profuma di sole e tu
dammi il sole
che non muoio più.
Amore, amore
la vita va,
oggi è qui
domani chi lo sa…
dammi il tempo…