Cercati un’anima

Cercati un’anima
E se vuoi ritorna qui
Muore la favola
Da oggi le parole non contano
Quell’aria tenera
Che dipinge il viso tuo
Solo una maschera
I sogni che ho bruciato non tornano
Piccola stupida
Quanto amore ho dato a te
Cosa ne hai fatto tu
Lo usavi come fosse un giocattolo
Ora che sei sola
Piangi per la noia
Non mi dire che piangi per me
Non ti credo più
Non ti amo più
Perché io so che tu rimani tu
Cercati un’anima
Non si può fingere
Che il sentimento sia
Un po’ di orgoglio dietro una lacrima
Non hai capito mai
Che la mia fragilità
La regalavo a te
Soltanto per riuscire a comprenderti
Ora che sei sola
Piangi per la noia
Non mi dire che piangi per me
Non ti credo più
Non ti amo più
Perché io so che tu rimani tu.

Omar

Vai figlio mio vai
Omar
Vai per il mondo vai
Omar
Vai dove vuoi
Omar
Vai con chi vuoi
Omar
Io sono vecchia ormai
Omar
Tutto io t’insegnai
Omar
Giovane sei
Omar
Cerca una lei
Omar
Buona fortuna a te sangue mio
Tua madre è con te che nel mondo vai
Col tuo violino
Vai figlio mio vai
Omar
Vai per il mondo vai
Omar
Vai dove vuoi
Omar
Vai con chi vuoi
Omar
Fermati quando troverai
Una terra e una donna
Dove tu gettar potrai
Il tuo seme e poi
Aspettar dai fiori i frutti
Che tu coglierai
Vai figlio mio vai
Omar
Vai per il mondo vai
Omar
Vai dove vuoi
Omar
Vai con chi vuoi
Omar
L’India è negli occhi tuoi
Omar
Bello come gli dei
Omar
Forte tu sei
Omar
Uomo tu sei
Omar.

Che sarei

Che sarei
Che sarei
Se per vivere
Io dovrò fare a meno di te
Certo che
Non sarà
Così semplice
È da un po’ che mi chiedo cos’è
Forse un dubbio
Forse realtà
Dimmi tu la verità.
Che sarei
Che sarei
Se svegliandomi
Sentirò d’aver voglia di te
Non potrei
Non potrei
Più nasconderti
La paura che adesso c’è in me
Forse un dubbio
Forse realtà
Dimmi tu la verità
Che sarei
Che sarei
Uomo inutile
Uno che emozioni non ha
Senza te
Io sarei
Uomo fragile
Anche se un’altra donna mi va
Forse un dubbio
Forse realtà
Dimmi tu la verità
Che sarei
Che sarei
Ora stringimi
E se vuoi prendi tutto di me
Tu che sai
Tu che puoi
Dai cancellami
Con l’amore questo dubbio che è in me.

Piccola donna addio

L’ultima lucciola
S’è spenta poco fa
E le prime luci dell’alba
Si concentrano su di te
Tu così lontana
Tendi la tua mano
Ed io voglio gridare
Per farti sentire l’eco della mia voce forte
Piccola donna addio
Ti lascio l’acqua la terra i tuoi tramonti
Ilmerlo che canta sul ramo
La primavera e l’inverno vicino
Fiume inutile
Scorre fra noi
Mentre il fiume
Dei pensieri miei
Sulle tue parole se ne va
E nel gran silenzio
Che è tutto tuo
Tu cerchi di gridare
Per farmi sentire l’eco della tua voce forte
Piccolo uomo addio
Forse riesco persino a non pensarti
E senza drammi noi siamo
Allo stesso posto dov’eravamo.

Come stai, con chi sei

Ritrovarsi è strano dopo un grande amore
E dei due qualcuno deve fare l’attore
Ci son dei momenti in cui odio e amore
Sono due nemici senza un vincitore
Tu sei sempre uguale sai ti trovo bene
Stiamo un poco insieme
Come stai, cosa fai, con chi sei
Tu sei felice o no
Forse no, forse sì, non saprei
Forse mi manchi un po’
Quanti se, quanti no, quanti poi
Quanti momenti sì
Senza te, senza me, senza noi
Non era più così
Io non so scordare che mi hai detto tutto
Ma parlarne a freddo forse adesso è brutto
Ciò che è stato bello non si può cambiare
Devo andare è tardi, mi puoi accompagnare
Vorrei dirti che ti voglio ancora bene
Come stai, cosa fai, con chi sei
Tu sei felice o no
Forse no, forse sì, non saprei
Forse mi manchi un po’
Quanti se, quanti no, quanti poi
Quanti momenti sì
Senza te, senza me, senza noi
Non era più così
Come stai, cosa fai, con chi sei
Tu sei felice o no
Forse no, forse sì, non saprei
Forse mi manchi un po’.

Più forte

Sei bella
Mentre dormi ti guardo
È un peccato svegliarti
E rimango a spiarti
Quell’aria
Di bambina assonnata
E di donna che ha dato
Poi ti accorgi di tutto
Sei mia
E diventi ogni istante più mia
Mentre gridi
Io sono una donna
Sto vivendo già dentro di te
Te te te

Tu
T’addormenti di nuovo voli via
Con i tuoi sogni
Poi mi stringi più forte
Mentre io
Ho paura di chiudere gli occhi
E lasciarti viaggiare lontano lontano
Forse non conta più niente
Sei mia
E diventi ogni istante più mia
Mentre gridi
Io sono una donna
Sto vivendo già dentro di te
Te te te
Seibella
Sei bella
Lo sa anche il mattino
Che si sta divertendo
A dipingerti nuda
Tu
T’addormenti di nuovo
Voli via con i sogni
Poi mi stringi più forte
Più forte
Più forte
Più forte.

Cuore di vetro

Sei tutto quello che ho
E vorresti andar via
Adesso se hai finito parlo io
Occhi fatti a bugia
Ma davvero sei tu
L’anima mia
Quante volte guardando un film
Che lei muore e lui le dice addio
Cuore di vetro
Quante volte io ti ho vista piangere
E col mio orgoglio m’illudevo di proteggerti
Sarei finito senza te, cuore di vetro
Come un angelo accecato
Chissà dove me ne andrei…
Ed era bello quest’amore come un figlio
Ma perché se mi assomiglia
Tu lo porti via con te
Non andar via…
Far l’amore questa è un’idea
Che tante volte ci ha salvato sai
Cuore di vetro, perché piangi
Adesso questo non è un film
E vedi queste mani amore come tremano
Sarei finito senza te, cuore di vetro
Come un angelo accecato
Chissà dove me ne andrei…
Ed era bello quest’amore come un figlio
Ma perché se mi assomiglia
Tu lo porti via con te.

Quando c’era il mare

Ti porterò
Alle spiagge d’oro
Ti parlerò
Di quando c’era il mare
Tu riderai
Amica mia
E ancora giocherai con me
Ti metterò fiori nei capelli
Ti stancherò di vino e di carezze
Tu dormirai dolore mio
E finalmente ti amerò
Ti comprerò specchietti colorati
Ti guarderò e troverai soltanto me
Amore mio
Ti ucciderò
Ma piano piano non te ne accorgerai
Io ti vorrei libera e felice
Come rondine di sera
Ma chiusa dentro di me
Io ti vorrei libera e felice
Come pesci in acqua chiara
Ma sempre chiusa dentro di me.

Due anelli

Quei giorni segnati a matita sul tuo calendario
I tuoi segnalibri di fiori in fondo al diario
E tu all’improvviso mi chiedevi piano
Che cosa faresti se aspettassi un bambino
E una fossetta giocava sul tuo viso.
Così con due fili di ferro appena piegati
Ci siamo scambiati gli anelli e per gioco sposati
Ma sotto il tuo golfino trasparente
Mi resi conto che non portavi niente
E dolcemente finimmo a terra
Piccolo amore mio occhi limpidi e puliti
Piccolo qmore mio ma che mi fai
E giochi con un fiore strano
Che ti vola via lontano
E cade su di me
Piccolo amore mio l’amore grande che mi dai occhi teneri e smarriti
Piccolo amore mio
Due rondini affidate al cielo che non torneranno mai
E mentre bagna i vestiti la schiuma del mare
Restiamo abbracciati così e non serve parlare
Mi guardi con quell’aria provocante
Poi togli la fascetta indiana dalla fronte
E dolcemente ti sfioro il viso.
Piccolo amore mio occhi limpidi e puliti
Piccolo amore mio ma che mi fai
E tutti gli attimi perduti
Dentro te li ho ritrovati
Se parli così.

Sambariò

Stretti abbracciati sul plaid sambariò
Oggi divido con te quello che ho
Un misto di donna e bambina sambariò
Giochiamo a fare mattina
Finché si può
E le tue scarpe buttale via
Io la mia noia la butto via
Mettiti a sedere e parliamo un po’
Oppure no
Sento che già non resisto sambariò
Nella tua mano un transistor
Suona da un po’
Bella ti asciughi i capelli sambariò
Ti tocco e non ti ribelli certo che no
Il tuo vestito buttalo via
Io la mia noia la butto via
Sambari sambari sambari sambariò
Sambari sambari sambari sambariò
Sambari sambari sambari sambariò
Sambari sambari sambari sambariò
Le tue paure buttale via
Io la mia noia la butto via
Sambari sambari sambari sambariò
Sambari sambari sambari sambariò
Sambari sambari sambari sambariò
Sambari sambari sambari sambariò
Sambari sambari sambari sambariò
Sambari sambari sambari sambariò
Sambari sambari sambari sambariò
Sambari sambari sambari sambariò.