Verso il 2000

Non si impara sopra i banchi di scuola
ad essere uomo
a quante scarpe ho consumato la suola
per dire “ti amo”
e quante idee ho già impegnato al banco
per essere me
e quante donne stese sul tuo fianco
prima di scegliere me.
Quante miglia deve alzarsi un aliante
per essere cielo
e quante volte proprio in mezzo alla gente
ti senti più solo.
E quante rondini cadranno nel mare
per seguire l’estate
quante esperienze prima che sia amore
amore con te.
E mentre vanno a catafascio i giorni
nel cielo più scuro
io dentro casa aspetto che ritorni
e mi sento sicura.
Eneaninà enainà aneaninà
eneaninà aneaninà.
Il problema grande è uscire per strada
ed essere noi
Certo che i giovani storditi di fumo
non fanno più guai
ma oggi ho visto due ragazzi lontano
uscire di fila
tutti nudi e stretti stretti per mano
verso il 2000.
Eneaninà enainà aneaninà
eneaninà aneaninà.

Via Margutta

Sta cadendo la notte
sopra i tetti di Roma
tra un gatto che ride e un altro che sogna
di fare l’amore.
Sta cadendo la notte
senza fare rumore
sta passando una stella
sui cortili di Roma
e un telefono squilla
nessuno risponde
a una radio che parla
è vicina la notte
sembra di accarezzarla.
Amore vedessi
com’è bello il cielo
a via Margutta questa sera
a guardarlo adesso
non sembra vero che sia lo stesso cielo
dei bombardamenti, dei pittori,
dei giovani poeti e dei loro amori
consumati di nascosto
in un caffè.
Amore vedessi
com’è bello il cielo
a via Margutta insieme a te
a guardarlo adesso
non sembra vero che sia lo stesso cielo
che ci ha visto soffrire
che ci ha visto partire
che ci ha visto.
Scende piano la notte
sui ricordi di Roma
c’è una donna che parte
e un uomo che corre
forse vuole fermarla
si suicida la notte
non so come salvarla.
Amore vedessi
com’è bello il cielo
a via Margutta questa sera
a guardarlo adesso
non sembra vero che sia lo stesso cielo
dell’oscuramento e dei timori
dei giovani semiti e dei loro amori
consumati di nascosto in un caffè.
Amore sapessi com’era il cielo
a Roma qualche tempo fa
a guardarlo adesso
non sembra vero che sia lo stesso cielo
la stessa città
che ci guarda partire volerci bene
che ci guarda lontani
e poi di nuovo insieme
prigionieri di questo cielo
di questa città
che ci ha visto soffrire
che ci ha visto partire
che ci ha visto.
Si suicida la notte
non so come salvarla.

Senza un briciolo di testa

Stavolta non lo dico più
Che grande sbaglio mio sei tu
Bisogna crescere oramai
Se ancora adesso penso a te
Vuol proprio dir purtroppo che
Ho scelto te
Evanescente
Come un fumetto di eroi e di avventure
Vuol proprio dire che anch’io
Inseguo in fondo un fine mio
Sognare
E riprovo insieme a te
Una volta ancora insieme a te
Ancora nonostante so che non dovrei
Senza un briciolo di testa
Come se odiassi me che ormai
Son troppo presa e tu lo sai
E sempre più tenacemente ti vorrei
Senza un briciolo di testa
Come se odiassi me
Non cerco di cambiarti più
T’accetterò da oggi in poi
Invulnerabile come sei
D’altronde se ho voluto te
Una ragione certo c’è
Chissà qual è
Evanescente
Come un fumetto di eroi e di avventure
Vuol proprio dire che anch’io
Inseguo in fondo un fine mio
Sognare
E riprovo insieme a te
Una volta ancora insieme a te
Ancora nonostante so che non dovrei
Senza un briciolo di testa
Come se odiassi me che ormai
Son troppo presa e tu lo sai
E sempre più tenacemente ti vorrei
Senza un briciolo di testa
Come se odiassi me
Odiassi me
Odiassi me
Odiassi me
Odiassi me.

Uno sull’altro

Forse non è stato un caso
che noi ci troviamo qui
sotto un cielo senza stelle.
Nelle tasche frasi nuove
solo piene di perché,
questo giorno che sembrava uguale agli altri
ci catturerà di più.
Uno sull’altro
senza chiederci perché,
troppo romantico
questo sembrerà
per chi non è mai,
mai stato come noi.
Ma noi,
noi ci stiamo già innamorando,
in un corteo che va
per le strade della città.
Ma tu
che in amore chissà se hai pianto,
tu spiegami perché
le tue mani cercano me.
Pelle bianca, mi hai colpito,
questa volta hai vinto tu,
anche il sole l’ha capito,
ora non ti lascio più.
Uno sull’altro
senza chiederci perché,
troppo romantico
questo sembrerà
per chi non è mai,
mai stato come noi.
Ma noi,
noi ci stiamo già innamorando,
in un corteo che va
per le strade della città.
Ma tu
che in amore chissà se hai pianto,
tu spiegami perché
le tue mani cercano me.
Ma noi,
noi ci stiamo già innamorando

Vai

Accussì te ne vaie
e nun t’emporta cchiu niente ‘e me
senza ‘e me tu te vaie
e già te stò cercanne
mentr’ te sto’ perdenne.
Accussì te ne vaie
e già e decise comme ‘e partì
dove andrai che farai
e guardanneme into all’uocchie
regalame n’abbraccio.
Vai dove il sole non c’è mai
dove niente troverai
nella nebbia resterai
cercando quello che hai
poi col vento parlerai
quante storie inventerai
senza tempo correrai
addò nisciune ce sta.
Vai e senza stelle te ne vaie
cu st’ammore te ne vaie
senza scarp’ te ne vaie
pé nun te fa sentì.
Accussì te ne vaie
mi sembra proprio come nei film
senza ‘e me te ne vaie
tu ca me staie lassanne
e io che stò murenno.
Accussì te ne vaie
ma rint”o core riest’ cu mme
è n’addio chistu ciao
e puortate chesta lacrema
io pé te stò chiagnenno.
Vai dove il sole non c’è mai
dove niente troverai
nella nebbia resterai
cercando quello che hai
poi col vento parlerai
quante storie inventerai
senza tempo correrai
addò nisciuno ce sta.

Vai senza stelle te ne vaie
cu st’ammore te ne vaie
senza scarp’ te ne vaie
pe nun te fa sentì.

Adesso tu

Nato ai bordi di periferia
Dove i tram non vanno avanti più
Dove l’aria è popolare
È più facile sognare
Che guardare in faccia la realtà …
Quanta gente giovane va via
A cercare più di quel che ha
Forse perché i pugni presi
A nessuno li ha mai resi
E dentro fanno male ancor di più
Ed ho imparato che nella vita
Nessuno mai ci da di più
Ma quanto fiato quanta salita
Andare avanti senza voltarsi mai …
E ci sei adesso tu
A dare un senso ai giorni miei
Va tutto bene dal momento che ci sei
Adesso tu
Ma non dimentico
Tutti gli amici miei
Che sono ancora là …
E ci si trova sempre più soli
A questa età non sai … non sai
Ma quante corse ma quanti voli
Andare avanti senz’arrivare mai …
E ci sei adesso tu
Al centro dei pensieri miei
La parte interna dei respiri tu sarai
La volontà
Che non si limita
Tu che per me sei già
Una rivincita …
Adesso sai chi è
Quell’uomo che c’è in me …
Nato ai bordi di periferia
Dove non ci torno quasi più
Resta il vento che ho lasciato
Come un treno già passato
Oggi che mi sei accanto
Oggi che ci sei soltanto
Oggi che ci sei …
Adesso tu

Innamoratissimo (tu che fai battere forte il mio cuore)

Come fai ad esser triste
in un giorno così
tu che fai battere forte il mio cuore,
non sei più da sola e
io sono qui con te.
Tu che fai…
Tu che fai…
Non so che cos’è
che mi prende di te,
so che fai battere forte il mio cuore,
non deludermi perché
io vivo già per te.
Prima avevo un computer
mentre adesso sei tu,
tu che fai battere forte il mio cuore,
io ti accenderò per me
e giocherò con te.
Innamoratissimo,
in preda ad uno spasimo,
innamoratissimo,
il mio cuore batte per te.
Innamoratissimo,
oltre tutti i limiti,
innamoratissimo,
il mio cuore batte per te.
Tu che fai…
Tu che fai…
Io ti stavo aspettando
e finalmente ci sei
tu che fai battere forte il mio cuore,
che tu voglia oppure no
dovrai amarmi un po’.
Innamoratissimo,
in preda ad uno spasimo,
innamoratissimo,
il mio cuore batte per te.
Innamoratissimo,
il mio cuore batte per te.
Tu che fai…
Tu che fai…
Come fai ad esser triste
in un momento così
tu che fai battere forte il mio cuore,
su non piangere ora che
io sono qui con te.
Innamoratissimo,
in preda ad uno spasimo,
innamoratissimo,
il mio cuore batte per te.
Innamoratissimo,
oltre tutti i limiti,
innamoratissimo,
il mio cuore batte per te.
Innamoratissimo,
innamoratissimo,
innamoratissimo,
il mio cuore batte per te.
Tu che fai…
Tu che fai…

Amore stella

Io
che sono niente nullità
chi sa che Dio diventerei
se in quel che vivi fossi anch’io
se quel che fai fosse un po’ mio
da te mi lascerei bruciare
peggio all’inferno anche più giù
se proprio in fondo fossi tu
Per quanto buio il buio sia
di tutta questa vita mia
senza guardare me ne andrei
tranquilla tanto non cadrei
per quanto il mondo sia paura
paura io non avrei più
La forza mia saresti tu!
Amore stella che non ho
dove ti ho perso in che universo
ti ritroverò?
Amore amore che non ho
per quante notti maledette
io ti cercherò…
Io
per quanto vuoto il vuoto sia
di tutta questa vita mia
io tutta la riempirei
di tutto il bello che tu sei
per quanto il mondo sia cattivo
con te un gioco ne farei
Quel grande gioco che tu sei!
Amore stella che non ho
dove ti ho perso in che universo
ti ritroverò…
Amore amore che non ho
per quante notti maledette
io ti cercherò…
Io
che sono niente nullità
chi sa che Dio diventerei
se in quel che vivi fossi anch’io
se quel che fai fosse un po’ mio
da te mi lascerei bruciare
peggio all’inferno anche più giù
se proprio in fondo fossi tu…

Ipnotica

Oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh
Poco sole sui ghiacciai
Io non esco mai quasi mai
Attraverso i sogni miei
Guardo la tua nave che va
Capitano ascoltami
Vanno così in fretta le cose
Questa luna ipnotica
Addormenterà le mie rose
Scivolando via piano nelle stanze
Mi accarezzerà silenziosamente
Fermerà le danze
Svegliami così svegliami così
Raccontami di Atlantide
Ci posso ancora credere
Dimmi che sei qui dimmi che sei qui
Se chiedo l’impossibile
Rispondimi di si
Oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh oh
La mia immagine al di là
Degli specchi è già più reale
Gli occhi che scintillano
Ridono non fanno più male
Io spalancherò le ali della mente
Mi distenderò
Sopra l’orizzonte dentro la corrente
Svegliami così svegliami così
Raccontami di Atlantide
Ci posso ancora credere
Dimmi che sei qui dimmi che sei qui
Se chiedo l’impossibile
Rispondimi di si.

Azzurra anima

Ma perché camminare al centro di New York
Ma perché
Mentre volo sull’oceano
Sto pensando che mi manchi tu
E così costruisco tante immagini
Mille piccole fotografie
Le città i paesi le montagne e poi
Poi ti vedo bella come sei
Un’azzurra anima che innamora subito
Un pianeta piccolo con un cuore semplice
Ma perché devo sempre andare via di qui
Per capire che mi vai così
Coi metrò,con gli uffici e con le fabbriche
Con il sud e la periferia
Un’azzurra anima per la gente libera
Mani che si stringono braccia che si aprono
Che cos’è che di te non posso perdere
Se di te ne parlo male anch’io
Ma perché passa quasi come un brivido
Il tuo nome sulle labbra mie
Una sola anima per chi cerca un’anima
Per chi vuole un’anima un’azzurra anima
Un’azzurra anima che innamora subito
Un pianeta piccolo per un cuore semplice
Un’azzurra anima per la gente libera
Mani che si stringono braccia che si aprono
Una sola anima per il mondo un’anima
Per chi cerca un’anima un’azzurra anima.