Lei verrà

Lei verrà
io ne ho già sete
lei verrà
nel tempo che verrà
e scenderà
giù per la collina
da nuove città
stai qui con me
stanotte piove
e piove su noi
che non ci incontriamo mai
lei verrà
ma d’estate
lei verrà
perché l’aspetto già
e scenderà
forse di mattina
dal fiume che va
per noi avrò
strane parole
quelle che non
riesco a dire mai
parole di cui ti vergogni
ah ci sarà il sole
nella stanza e in
fondo agli occhi tuoi
amore che non da più sogni
amore che non da
lei verrà
io ne ho già sete
e scenderà
forse di mattina
dal fiume che va
per noi avrò
strane parole
quelle che non
riesco a dire mai
parole di cui ti vergogni
ah ci sarà il sole
nella stanza in
fondo agli occhi tuoi
amore che non da più sogni
amore che non da
avrò
amore che non da più sogni
amore che non da
da da da da da
da da da da da da
da da da da da da
da da da da da da.

Cantare

Io sono uno con la voglia di cantare
che mi accompagna ma senza far rumore,
facciamo insieme un po’ di musica
di quella che so io,
tanto il batterista è amico mio.
La chitarra, per esempio, è troppo forte,
ci vuole un poco di dolcezza sulle corde,
fai finta d’essere John Lennon,
dai, sì, va bene, tutto ok!
La, la, la…
Anche il bassista ha sempre voglia di cantare,
probabilmente non s’accorge di stonare,
lui dice sempre “chi non beve,
chi non canta in compagnia
certamente è un ladro o una spia”.
Ti potrei dire tante cose sul cantante,
è mezzo matto, simpatico e intrigante,
gli basta solo una canzone
e vi da tutto quel che ha,
se c’è qualche richiesta io sto qua.
Sì, siamo qua!
E c’è il pianista che sorride a una ragazza,
fa gli occhi dolci e con le note l’accarezza,
però qualcuno l’ha invitata
già a ballare, e lei ci sta,
parti con l’assolo… vai!
Tutta l’orchestra è su di giri anche stasera,
cade una stella e il sogno tuo si avvera,
un ballo lento, poca luce,
lei ti dice “amore mio”…
l’avrò convinta un poco pure io!
La, la, la…
Se siamo in tanti qualche cosa
può cambiare anche per te,
e adesso tutti quanti insieme a me.
Noi siamo quelli con la voglia di cantare,
abbiamo ancora un po’ di musica nel cuore
e se qualcuno tra di voi
non canta in compagnia
certamente è un ladro o una spia.

Ma non finisce mica qui

Ma non finisce mica qui,
un’altra storia inizierà
e non sarà sempre così,
non vedi che così non va.
La vita, amico, non è tutta qui,
ma cosa ti credevi mai,
c’è tutto un nuovo mondo che verrà,
c’è l’infinito intorno a noi.
Che lavoriamo come schiavi
per quattro lire un giro se vuoi,
che siamo sempre più bravi
e i bravi sai non vincono mai.
Ma non finisce mica qui,
tutta un’altra storia partirà,
e non sarà sempre così,
io so che tutto cambierà.
Un giorno me ne andrò,
un giorno troverò la grande forza
e non mi fermerò,
un giorno sarò io la strada
che mi porta via.

Canzone italiana

Vorrei suonare il rock e l’elettronica,
cantare il sogno americano,
se non avessi in testa un’armonica
in un cortile italiano.
La mamma, il cielo blu e la politica,
la tenerezza e l’ironia,
se gratti trovi sempre un po’ di Napoli
e qualche volta la poesia.
Una canzone che ti va diritta al cuore,
la senti per la strada e un momento ti commuove,
due note e due parole già sentite chissà dove.
Una canzone che regala l’illusione,
l’amore passeggero più leggero di una piuma,
l’amore disperato che ti lascia senza fiato.
Una canzone un po’ ruffiana,
più dolce da cantare e ricordare
di questa nuova musica americana.
Vorrei suonare il rock e l’elettronica,
portare un orecchino d’oro,
se non avessi dentro quella musica
che ancora oggi m’innamora.
Ragazzo con la testa tra le nuvole
e pane, amore e fantasia,
sapore caro che non si dimentica
e mi riporta a casa mia.
Una canzone che ti va diritta al cuore,
la senti per la strada e un momento ti commuove,
due note e due parole già sentite chissà dove.
Una canzone che regala l’illusione,
l’amore passeggero più leggero di una piuma,
l’amore disperato che ti lascia senza fiato.
Una canzone un po’ ruffiana,
più dolce da cantare e ricordare
di questa nuova musica americana.

Nessun dolore

Dammi la mano
Sono ancora qui
Ma se puoi non chiedermi perché
Ho camminato a strappi senza te
Non mandarmi via
Di te ho bisogno e poi lo sai
Da sola ho già passato troppi guai
Tienimi forte come sai fare tu
Un anno un giorno che cos’è
Se questa notte siamo qui io e te
Nessun dolore ha gli occhi belli come i tuoi
Oh no nessun dolore è amaro come tu ora vuoi
Oh no
E non parlare perché
Nessun dolore ha queste lacrime
Nessun dolore ha queste lacrime
Spezza l’incanto
Non pensare che
Ci sia un imbroglio come allora
Io questa volta sono di parola
Non ti lascio più
Vedrai la notte passerà
Ma questa notte ci ricorderà
Nessun dolore ha gli occhi belli come i tuoi
Oh nessun dolore è amaro come tu ora vuoi
Oh no
E non parlare perché
Nessun dolore ha queste lacrime
Nessun dolore ha queste lacrime.