Guardami negli occhi (prego)

Prego davanti al tuo cuore
chiedo di farti tornare
spero di stringerti ancora
grido e tremo
vivo in una prigione
schiavo di mille catene
ora con queste parole
giuro amore.
Ti voglio adesso e in ogni momento
non posso restare sospeso fuori tempo
ti chiedo perdono per tutti gli sbagli
non sono un santo so solo che ti amo.
Prego la fine del pianto
chiedo l’inizio di un sogno
spero dall’alba al tramonto
il tuo ritorno
vivo pensando ai tuoi occhi
schiavo di dubbi e rimpianti
ora con queste parole
giuro amore.
Ti voglio adesso e in ogni momento
non posso restare sospeso fuori tempo
ti chiedo perdono per tutti gli sbagli
non sono un santo so solo che ti amo.
Guardami negli occhi
io ti amo
guardami negli occhi
io ti amo.
Ti voglio adesso e in ogni momento
non posso restare sospeso fuori tempo
ti chiedo perdono per tutti gli sbagli
non sono un santo so solo che ti amo.
Guardami negli occhi
io ti amo
guardami negli occhi
io ti amo
guardami negli occhi.

Guardastelle

Da qui mi piace calcolare le distanze
Da qui proiettarmi nello spazio siderale
Da qui… da qui da milioni ad occhio e croce di persone
Da qui ho conosciuto la costellazione
Da qui senza mai guardare dentro un cannocchiale…
Perché la mia vista… vede è una lente naturale
Ho fantasia e posso anche volare…
La fantasia lo sai ti fa volare…
Guardastelle… guarda in questo mare di stelle… mi perderò in te
Guardastelle… guarda è un cielo di fiammelle… il buio più non c’è
Da qui mi stacco da terra ad immaginare…
Da qui… chissà se c’è un mistero grande da scoprire
Da qui… una libera preghiera e una pace da inventare
Ho fantasia e posso anche volare…
La fantasia lo sai ti fa volare…
Guardastelle… guarda in questo mare di stelle… mi perderò in te
Guardastelle… guarda è un cielo di fiammelle… bruciano per te
Sotto il cielo la terra… ogni uomo una stella…
Una speranza caduta tra la scienza e la guerra
Guardastelle… guarda in questo mare di stelle… mi perderò in te
Guardastelle… guarda è un cielo di fiammelle… è un cielo di fiammelle.

Il nostro amore

Ricordo ancora quelle notti sulla spiaggia al mare
quando afferravo le tue mani per poter volare
e poi planare sul tuo cuore per poter tornare.
Tu che tenevi quel tuo amore imprigionato e
nella mia testa, nei pensieri, nient’altro che te.
Quali piaceri, desideri scaturivi dentro me.
Io non amo che te, non amo che te
e il nostro unico grande amore che c’è in me…
E che c’è in me, e che c’è in me, e che c’è in me…
E che c’è in me, e che c’è in me, e che c’è in me…
Io per te bambina cosa non farei
e con il laccio al cuore allora me ne andrei
ma porterei con me le cose più importanti.
I miei ricordi, le mie corse, le mie fantasie,
mi piacerebbe da morire anche portarle a due.
E poi alla fine chiuderle in un solo cuore,
in un solo cuore, in un solo cuore…
Io non amo che te, non amo che te
e il nostro unico grande amore che c’è in me…
E che c’è in me, e che c’è in me, e che c’è in me…
E che c’è in me, e che c’è in me, e che c’è in me…
E non c’è niente proprio niente, che ci può fermare
se stringo ancora le tue mani sono lì a volare
e respirare il tuo respiro per poterti, poterti amare, poterti amare.
Tu che tenevi quel tuo amore imprigionato e
nella mia testa, nei miei pensieri, nient’altro che te
quali piaceri, desideri scaturivi dentro me, dentro me, dentro me…
E che c’è in me, e che c’è in me, e che c’è in me…
E che c’è in me, e che c’è in me, e che c’è in me…

L’uomo volante

Se ti avessi lo sai
Capirei la mia vita scoprendo dentro di me
Con il senno di poi
Che ogni scelta sbagliata mi conduceva da te
Così mi immagino già il tuo sorriso
E vedo accendersi noi…
Allo stadio in un bar in un gesto affettuoso
Che non ci capita mai
Vorrei regalarti un cielo d’agosto
Che fa da cornice a una stella che va
Un sole nascosto che nasce da dentro
E disegna il confine della tua libertà
Quel suono leggero di un nome importante
Le ali di un uomo volante
Per non nasconderti mai… dietro ai rimproveri miei…
E se tu fossi qui avrei anche il coraggio
D’innamorarmi di lei
Per parlarti così come infatti già faccio
Anche se non mi ascolterai
Però saresti il mio unico orgoglio
La rondine che torna da sé…
Vorrei regalarti un mondo diverso
Che ha fatto la pace con la sua crudeltà
Quel giusto rimorso che nasce sbagliando
E conferma la forza di ogni fragilità
L’anarchico istinto di un cuore migrante
Le ali di un uomo volante
Per arrivare più su… (e cercare la tua margherita)
Di questa piccola vita
Dove più vero sei tu… (evitando ogni strada sbagliata)
Io vorrei regalarti l’infinito che dà
Quel tenero abbraccio di un padre sognante
Che come un uomo volante
Anche se tu non verrai
Saprà nel cuore chi sei
Io questo spero e vorrei.

Ladro di te

Una come te non l’ho vista mai,
ora guarda me dimmi se ci stai,
giuro che non posso fare a meno di quello che
riesci a darmi solo tu.
Ruberò per te quello che non hai,
vieni qui da me non fermarti mai,
sono il tuo bastardo preferito perché
stanotte sono solo un ladro di te.
Una come te già l’ho vista all’opera,
senza anestesia operazione a cuore aperto,
hai preso il cuore e l’hai gettato nell’inferno
nell’eterno inverno senza giorno.
Amori nella notte, facce senza nome,
poche parole e poco spazio all’emozione,
hai preso il cuore e me l’hai fatto In mille pezzi,
come anestetico ho amplessi non complessi,
Faccio progressi ma io resto sconnesso,
e non c’è donna che io ceda al compromesso,
niente accesso al mio io più nascosto,
ma confesso che ti voglio ad ogni costo.
Tu mi accendi sai brividi spenti,
tu mi prendi e poi sali e non scendi.
Tu non ti arrendi e fingi indifferenza,
ma non c’è seduzione senza finta innocenza.
Una come te non l’ho vista mai…
Ti guardo e riguardo, centro il tuo sguardo,
se mi giro vedo che mi stai cercando,
con gli occhi neri veri come l’asfalto
con gli occhi scuri duri come il cobalto.
Sono un bastardo ma è questo che tu vuoi?
Oggi stai con me e poi domani stai con lui.
Sai qui ci rimette chi da e non da nulla in cambio,
è il gioco finto dello scambio.
Da oggi cambio magari sbaglio
ma se è un abbaglio poi gli do un taglio,
senza guinzaglio stretto al collo vivo
vivo ogni passione col cervello disattivo.
Compulsivo esplosivo battito del cuore,
da te cammino cercando le parole,
se è l’occasione che rende l’uomo ladro, andiamo
colgo l’attimo giusto buono che aspettiamo.
Una come te non l’ho vista mai…
È stato bello rischiare di restare
cerco il giaccone perché me ne voglio andare,
prendo la chiave ed esco fuori dal portone
è ancora buio e me ne vado da spaccone.
Poi esce il sole, faccio colazione,
forse mi sbaglio, forse ho fatto un grande errore,
è un altro nome che scorderò domani,
non voglio donne da portare sull’altare.

Lavoro inutile

Seduto qui In solitudine sai cosa c’è?
Che ho Imparato a stare bene con me.
E la realtà è che ognuno pensa a sé
la verità è un lavoro inutile.
E chissà perché, la gente giudica
se muore un re il buffone è il solo
a piangere.
E la realtà è che il mondo va da sé
e la verità è un lavoro Inutile.
Scusa sono il fiume e ora ascoltami
non ti disperare e stai cercando lei
se ti brucia il cuore non tì arrendere
cerca il traditore coraggioso re.
E la realtà è sentirti accanto a me
con la verità e un lavoro inutile.
Sai cosa c’è?
Che ho imparato a stare bene con me.

Le ore piccole

Faccio le ore piccole
da quando non ho te
finalmente ho il tempo che
mi serve
per pensare soltanto a me
e anche se non
rispondo più al telefono
e l’ho detto ai miei amici
e non ci credono
io sto bene
da quando non ho te.
Uh…
Non ci sono regole
liti e polemiche
ho ripreso la routine
di sempre
non c’è niente che cambierei
e così mentre i giorni si ripetono
e la barba è lunga più
del solito
io sto bene
da quando non ho te.
Eccetto quel momenti in cui
non so dire
cosa mi succede perché
resto senza orgoglio
e penso
quanto ti vorrei
quanto ti vorrei.
E anche se non rispondo più al telefono
Che sto bene da quando
molto.
Bene da quando
troppo.
Bene da quando
non ho te.

Nessun consiglio

Svegliarsi la mattina colazione con I cereali
per mantenersi belli snelli in forma non come I maiali
mi guardo nello specchio e mi convinco di esser proprio forte
mi vesto e corro fuori oggi si spalancheranno porte
ma voi.
Non rompetemi le uova nel paniere
non rubatemi il coniglio dal cilindro
non provate a darmi un buon consiglio che sbadiglio.
Lo sento questo è il giorno giusto giusto proprio per spaccare
conquisterei chiunque il mio sorriso è proprio solare
ma c’è sempre qualcuno che non mi fa sentir leone ma dai
oh no.
Non rompetemi le uova nel paniere
non rubatemi il coniglio dal cilindro
non provate a darmi un buon consiglio che sbadiglio
non rompetemi le uova nel paniere
non rubatemi il coniglio dal cilindro
non provate a darmi un buon consiglio che sbadiglio.
Ora faccio a modo mio e un consiglio lo do io
lasciatemi sfogare o mi difendo io
picchio molto duro ho un pugno che è un mattone
e mi starà alla larga il solito coglione.
Non rompetemi le uova nel pantere
non rubatemi il coniglio dal cilindro
non provate a darmi un buon consiglio che sbadiglio
non rompetemi le uova nel paniere
non rubatemi il coniglio dal cilindro
non provate a darmi un buon consiglio che sbadiglio.

Aria sole terra e mare

…allora lascio questa dimensione
voglio solo Aria Sole Terra e Mare, volo via…
Sera… che sera, ritorna la vita, toccherò con te la luna
vibra la stanza di storia infinita …eo …eo.
Come bambini vicino ad un fuoco, giro giro tondo è il mondo
ridono maschere nei miei pensieri …ah! …ah! …ah! …ah! …ah!
… e allora lascio questa dimensione, volo via…
Rubo respiri di ogni momento, li catturo poi li vendo
l’unica cosa esente da tasse …eo …eo.
Danzo poi canto con vino e atmosfera, da mattina fino a sera
questa è la vita, la voglio godere …ah! …ah! …ah! …ah! …ah!
Aria Sole Terra e Mare dove naufragare
voce nel vento auu.
Vera senza alcun rimpianto
i pensieri li lascio nel vento, poi… morire mai.
…e allora lascio questa dimensione
voglio solo Aria Sole Terra e Mare, volo via…
Sollevo il peso di questa esistenza
tanto densa da non digerirla tutta per l’eternità.
Spengo quel “fuoco” di guerre e ideali, gioco e non mi faccio male
io ridisegno i miei quattro elementi …eo …eo.
Danzo poi canto con vino e atmosfera, da mattina fino a sera
questa è la vita, la voglio godere …ah! …ah! …ah! …ah! …ah!
Aria Sole Terra e Mare dove naufragare
voce nel vento auu.
Vera senza alcun rimpianto
i pensieri li lascio nel vento, poi… morire mai.
…e allora lascio questa dimensione
voglio solo Aria Sole Terra e Mare, volo via…
Sollevo il peso di questa esistenza
tanto densa da non digerirla tutta per l’eternità
…e allora lascio questa dimensione
voglio solo Aria Sole Terra e Mare, volo via…
Sollevo il peso di questa esistenza
tanto densa da non digerirla tutta per l’eternità.
Aria Sole Terra e Mare dove naufragare
voce nel vento auu.
Vera senza alcun rimpianto
i pensieri li lascio nel vento, poi… morire mai.
Aria Sole Terra e Mare dove naufragare
voce nel vento auu.
Vera senza alcun rimpianto
i pensieri li lascio nel vento, poi… morire mai.

Quando l’aria mi sfiora

Abitare sopra un bar
davanti a un mare che
ha Inghiottito il mio passato
che oramai non torna più.
È dura senza te
difficile per me
capir che non ci sei
e non arriverai,
Andare a pesca e poi
sederci fra di noi
per bere in compagnia
senza un goccio di allegria,
E dura senza te
difficile per me
capir che non ci sei
e non arriverai,
Quando l’aria mi sfiora
ti sento avvicinare
quando l’aria mi sfiora
ti sento respirare
non mi giro a guardare
potresti per giocare
invece (tu) di abbracciarmi
dissolverti, sparire,
Lo sai
amico mio
ma che destino strano l’amo anch’io
e stringendola la sento
a volte con il vento
allontanarsi un attimo da me…
L’amore In noi
è grande e Immenso
mille e più coriandoli nell’aria
a volte puoi toccarlo è quasi denso
in mille pezzi ormai la nostra storia
se non apprezzi il suo profumo
poi diventa fumo
e se lo cerchi scopri che non c’è
la sabbia sotto i piedi
sprofonda appena un po’…
Dicesti «prima siedi
la mia risposta è no».
Ci credi solo tu
lo non ci credo più
adesso resto io e questo mare blu.
Quando l’aria mi sfiora
ti sento avvicinare
e di notte nel buio
ti sento respirare
non mi giro a guardare
potresti per giocare
invece (tu) di abbracciarmi
dissolvetti, sparire.
Lo sai
amico mio
ma che destino strano l’amo anch’io
e stringendola la sento
a volte con il vento
allontanarsi un attimo da me
l’amore in noi
è grande e immenso
mille e più coriandoli nell’aria
a volte puoi toccarlo è quasi denso
in mille pezzi ormai la nostra storia
se non apprezzi il suo profumo
poi diventa fumo
e se lo cerchi scopri che non c’è.
L’amore in noi
è grande e immenso
a volte puoi toccarlo è quasi denso
se non apprezzi il suo profumo
poi diventa fumo
e se lo cerchi scopri che non c’è.