Nel mondo dei sogni

Questa volta vedrai spegnerò le parole
Per guardarmi attraverso i tuoi occhi
Ridi pure se vuoi
Ma in un angolo del cuore
Ho scoperto i miei mille difetti
Quante promesse ho tradito con te…
Io con te… piccola vita che sai
Le risposte ai perché di una storia tutta mia
Ma continui a girare il tuo film
Dammi un attimo in più tutto quello che puoi
La dolcezza di avere vent’anni
Perché in fondo sei tu che mi coccoli e poi
Ti diverti a cambiare programmi
Tu che non sbagli e troppe volte m’insegni… lasciami qui…
Perché nel mondo dei sogni… nei miei…
apri i tuoi occhi oltre quello che sei…nei sogni
Cogli fa rosa che non muore mai
Questa volta vedrai mi saprò innamorare
Del profumo di un’altra stagione
Di una stupida idea lascia pure che sia
La carezza di un’altra illusione
E dolcemente scappare con te… io con te…
Cambiando cuore e città
Dammi un cielo più blu per non credere mai
Che il respiro del vento si fermi
Perché in fondo sei tu a dipingermi e poi
Ti diverti a sbiadire i contorni
Tu che non piangi e stringi in tasca i tuoi pugni
lasciami qui… perché nel mondo dei sogni
apri i tuoi occhi oltre quello che sei…nei sogni
Cogli la rosa e vivrai nel mondo dei sogni
Dammi un attimo in più tutto quello che hai
E se dici davvero di amarmi…
E se dici davvero di amarmi
Respirandomi tu…
Prima o poi capirai che ho bisogno, ho bisogno di te
Di te che sei bella e sorridendo mi svegli
E dici di si… perché nel mondo dei sogni
apri i tuoi occhi oltre quello che sei…nei sogni
Cogli la rosa che non muore mai…

Come noi nessuno al mondo

Prima di te, c’era il buio più profondo
E non so perché prendevo a calci il mondo
Vivevo con me stesso una stanca abitudine
E cercavo un compromesso, nella mia solitudine
Prima di te, come una foglia al vento
Dentro me vibrava un sentimento spento
Per gli uomini che ho amato
Per le donne che mi han ferito
E per tutto quello che ho dato
Agli amici che mi han tradito
Io e te, come noi nessuno al mondo
Io e te, in questo amore più profondo
Io e te, cambio pelle cambio vita io e te
Per noi non sarà mai finita
Io e te, come noi nessuno al mondo
Io e te, in questo amore più profondo
Io e te, come un sogno questa vita io e te
Per noi non sarà mai finita
Dopo di te
Se ci penso mi treman le mani
Non potrei immaginare senza te il mio domani
Forse chiederei aiuto al mare
Nele notti per non morire
Ma non voglio pensarci ora
Che sei qui tra le mie braccia ancora
Io e te, come noi nessuno al mondo
Io e te, in questo amore più profondo
Io e te, cambio pelle cambio vita
Io e te, per noi non sarà mai finita
Io e te non ci lasceremo mai
Io e te mi risveglio e tu ci sei
Io e te, come noi nessuno al mondo
Io e te cambio pelle cambio vita io e te
Per noi non sarà mai finita.

Non capiva che l’amavo

Qui seduto sul letto ripenso a noi
a quei giorni che il vento ha portato via
quante sere passate allo stesso bar
con gli amici che adesso non vedo più
il suo sguardo era luce negli occhi miei
la sua voce era un suono dolcissimo
quante volte ho pensato di dirglielo
quante volte ho creduto di farcela.
Ore in macchina a parlare sotto casa sua
si rideva si scherzava e non capiva che
non capiva che l’amavo
e ogni volta che soffriva io soffrivo
quante notti ho pianto senza dire niente
perché perché perché perché.
Non capiva che l’amavo
e ogni volta che non c’era io morivo
quante notti ho pianto senza fare niente
e mi nascondevo all’ombra di un sorriso
non capiva che l’amavo.
Il ricordo è una lama nell’anima
un dolore che brucia senza pietà
Il suo nome vivrà nell’eternità
come un segno profondo e indelebile
ore e ore a soffocare tutto dentro me
mi parlava mi guardava e non capiva che.
Non capiva che l’amavo
e ogni volta che soffriva io soffrivo
quante notti ho pianto senza dire niente, fare niente
perché perché perché
non capiva che l’amavo
e ogni volta che non c’era io impazzivo
quante volte ho fatto finta inutilmente
e mi nascondevo all’ombra di un sorriso
non capiva che l’amavo.
… non capiva che… l’amavo.
Non capiva che l’amavo
e ogni volta che non c’era io impazzivo
quante volte ho fatto finta inutilmente
non capiva che l’amavo
non capiva che l’amavo
non capiva che l’amavo…

Da grande

Amo sai
Quei momenti
Che mi hanno spinto fino a te
in quel viaggio nel mio mondo
Dove puoi toccare il fondo
Ma che non ti arrendi mai
E alla fine
fiché puoi
Ore che passano lente e non hanno mai fine
Sono quei sogni che a volte ci fanno soffrire
Ora lo sai
Quanto è importante
L’amore poi
Non si nasconde
Da grande ti sorprenderai
Da grande se ci pensi sai
Da grande
Prova a farlo adesso
Dando vita ai sogni tuoi
Tu che puoi
I sogni son come le stelle ti sembran vicine
Ma sono distanti per questo ci fanno impazzire
Ora lo sai
Devi esser forte
Quello che fai
Ti resta per sempre
Da grande ti sorprenderai
Da grande se ci pensi sai
Da grande
Prova a farlo adesso
Dando vita ai sogni tuoi
Tu che puoi
Da grande ti Innamorerai
Da grande è diverso sai
Da grande
Prova a farlo adesso
Dando un senso ai giorni tuoi
Da grande
Se tu non ci sei
Da grande
Non mi basta mai
Da grande voglio farlo adesso
Dando un senso ai sogni miei.

Non credo nei miracoli

Io non credo nei miracoli
Tù sei stato per me l’eccezione
Anche solo per un attimo
Ma sai che ci ho creduto in noi
Ma io vivo nel ricordo che
Sgomitando si fa spazio in me
Di un amore che purtroppo non sei te
Dolce stella non tremare
Ci ho provato e riprovato ma non posso più
Farti male, farmi male
Tutto questo dimmi che senso ha
Spacchiamo il mondo io e te
Ho il cuore pieno di noi
Ma perché non riesco ad innamorarmi di te, perché
Tu mi stringi e ho un nodo in gola
Mi fa quasi male a respirare
Mentre mi difendo sento che
Vorrei proteggerti da me
Ti ho lasciato, ti ho ripreso
Troppe volte, ho perso il conto ma tu sempre lì
Farti male mi fa male
Tutto questo dimmi che senso ha
Ti muovi dentro di me
Intenso odore di noi
Coi tuoi sguardi che accarezzano l’animale in me
Speciale il mondo con te
Che bello il buio con te
Ma perché non riesco a viverti come io vorrei
La la la la
La la la la
Ma perché non riesco a viverti come io vorrei
Io non credo nei miracoli
… se potessi tu sorprendermi…

Dovӏ la terra capitano

Abbiamo un cuore chiuso con lo spago
Almeno questo ce lo portiamo su
Su di una nave grande come un drago
Ma se qualcuno piange andiamo tutti giù
E che non faccia scherzi questo mare
Che il cielo non s’inventi un temporale
Ma solo giusto appena qualche goccia
Per quel che avranno sete
Pronti a partire dice il capitano
E salutiamo qualcuno che non c’è
Con un biglietto stretto nella mano
Che quasi quasi costa più di me
Nessuno parla nessuno dice niente
C’è già chi guarda fermo l’orizzonte
Forse perché non ce la fa a vedere dietro
Della sua casa che ne è stato
Dov’è la terra capitano dov’è la terra che aspettiamo
Dov’è la terra del lavoro quanto manca
ma basta che arriviamo
E lì ci aspetteranno in tanti non batteremo i denti
Sarà come una mamma a rimboccare i nostri sogni
Ecco la terra capitano finalmente la vediamo
È cosi bella da lontano arriveremo prima se soffriamo
C’è ancora il freddo ad aspettarco e intorno
È pieno di volanti
Ma una coperta per scaldarci ci fa sentire meno persi
Qualcuno neanche si avvicina passa dal’altra parte della strada
C’è chi ci da dei delinquenti solo perché d vede in questi stracci
Dov’è la terra capitano dov’è la terra che sognammo
Dov’è la terra del lavoro anche i loro figli non ce l’hanno
Non era quella che sembrava che in televisione si vedeva
Non era quella mamma a rimboccare i nostri sogni
Ha sbagliato capitano e mi sa dire dove siamo
Ma era bella da lontano era bella da lontano
Dov’è la terra capitano dov’è la terra che aspettiamo
Ma era bella da lontano bella da lontano.

Non escludo il ritorno

Sai che io la notte non dormo e ho voluto chiamarti,
per sapere di te, non ti sento da tempo
in questi anni ti ho pensato mille volte,
ma non ho mai voluto telefonarti.
Mi rendo conto puoi credere che non ha senso,
tanto non c’è niente di logico nell’esistenza
e mentre parli la tua voce mi fa ricordare,
Quando eravamo più giovani e la vita era leggera,
facevo tanti chilometri per vederci la sera.
Ora sento che quel sentimento nel tempo non si è spento,
nel cuore mio è diventato più profondo.
non escludo il ritorno…
E mentre parli la tua voce mi fa ricordare,
quando eravamo complici e ti portavo al mare,
ci sentivamo liberi di navigare…
Ora sento che quel sentimento nel tempo non si è spento,
nel cuore mio è diventato più profondo.
questo è il motivo per cui ti ho chiamato.
È l’istinto…
Per dirti non sono stanco è stato un errore pensarlo,
ma ora lo ammetto, anche se sono lontano
non escludo il ritorno,
non escludo il ritorno…

Dovevo dirti molte cose

Sono sul ciglio della strada
amore scusami
io ti sorrido ma non puoi più guardarmi
confesso che non ho più armi e sogni qui per te
per te che mi aiutavi ogni giorno a vivere
per te che ora io non vivo più
sto scivolando tra le strade della tua città
quanto sei bella e forte da quassù.
Non è stato facile per me
stare su
continuo a fingere per te
corro più su
dovevo dirti molte cose amore.
Sono sul ciglio della porta
amore scusami
non suono per non disturbare te che dormi
le foto ti ritraggono felice ma non più con me
ho smesso di fumare è stato così semplice
ma non è facile vederti giù
ma scivolando tra le luci della tua città
ti vedo forte e bella da quassù.
Non è stato facile per me
stare su
continuo a fingere per te
corro più su
dovevo dirti molte cose amore.
Corro più su
dovevo dirti molte cose amore.

Ovunque andrò

Sai che
… è difficile non averti e…
dover sorridere alla gente che
non sa della mia vita intima
si aspettan che li faccia ridere…
mentre tu vai via!
… e… vado via per difendermi
ma ovunque andrò so che io ti penserò
sperando che per te sia identico.
Ascoltami le gioie non sempre son gratuite
a vote i mondi si contendono gli spazi vuoti
di un deserto che
non si vede ma senti che in fondo c’è e non è semplice.
E vado via per difendermi
ma ovunque andrò so che io ti penserò
sperando che per te sia identico.
Ma cosa fai?! Non esiste che così da un giorno all’altro mi dici che
ritorni indietro e forse ritornerai da me.
Ovunque andrò.
Ovunque andrò.
E vado via per difendermi
ma ovunque andrò so che io ti penserò
sperando che per te sia identico.
Ma cosafai?! Non esiste che così da un giorno all’aitro mi dici che
ritorni indietro e forse ritornerai da me.
Ovunque andrò.
Ovunque andrò.
Ovunque andrò.

Echi d’infinito

Che notte chiara
Che stelle
Tutto è più dolce dopo un temporale
Dopo i giorni del pianto
Adesso si apre il cuore
Ma che sorpresa
Cantando può nascere una rosa
Anche dal fango
Nei deserti più assolati
O negli eterni inverni
Ma che sorpresa
Una rosa
Ma che sorpresa
Io vivo di accenti, di presentimenti
Profumi che sento nell’aria
E vivo di slanci, di moti profondi
Fugaci momenti di gloria
E nel silenzio del mondo
Io sento echi di infinito
Restami accanto nel tempo
Non c’è più bella cosa che ci unisca
Nella fortuna o nelle tempeste del destino
Restami accanto per sempre
Restami accanto
Io vivo di accenti, di presentimenti
Profumi che sento nell’aria
E vivo di slanci, di moti profondi
Fugaci momenti di gloria
E nel silenzio del mondo
Io sento echi di infinito
E vivo di slanci, di moti profondi
Fugaci momenti di gloria
E nel silenzio del mondo
Io sento echi di infinito.