Mi rubi l’amore

Mi rubi l’amore mi lasci il tuo sapore
e dopo te ne vai
il destino ci ha fatto incontrare uno sguardo avvicinare
e già eravamo complici
un messaggio una prima parola e l’anima che vola
tra gelo e distese immense
ma tu non riesci ancora a fare la tua scelta
non sai difenderti dai ritorni del passato…
mi rubi l’amore mi lasci il tuo sapore
e dopo te ne vai
ti prendi l’amore io non ti so fermare per quanto bella sei
ogni volta che siamo vicini sento il suono di due cuori
che battono all’unisono
i tuoi occhi non sanno mentire
basta poco per capire
che quello che non puoi negare
tu sei prigioniera del tuo orgoglio
comincio a credere che non vuoi stare meglio
mi rubi l’amore mi lasci il tuo sapore
e dopo te ne vai
ti prendi l’amore io non ti so fermare per quanto bella sei
ti voglio sempre sai
ti voglio sempre ormai
ti voglio adesso e sempre
e non so più come fare
mi rubi l’amore mi lasci il tuo sapore
e dopo te ne vai
mi rubi l’amore mi lasci il tuo sapore
e dopo te ne vai
mi rubi l’amore

Tra tegole e cielo

Prima di abitare nel mondo penso che
stavo dentro un suono profondo anche se
tra tegole e cielo non c’era armonia
basta un minuto per una magia
ogni cosa ha un senso e per ognuno sarà
lo specchio la risposta per chi prende e chi dà
tra tegole e cielo è più o meno com’era
ma non ho mai chiesto perché
dove sei dove sei dove sei
penultima fila in quell’inverno lungo che
venne la neve leggera e assordante
sul vetro appannato a dipingere un età
dove sei dove sei dove sei
restavi in silenzio dietro “scudi??” per
difendere il mondo che volevi e vorrei
ma il mondo non ti ha mai difeso
e adesso dove sei
c’è un confine un muro e ci pensiamo di là
attori e passeggeri sopra un treno che va
per mille stazioni chi scende chi spera
tra mille sguardi ma tu
dove sei dove sei dove sei
penultima fila ma l’inverno è andato via
sarà che oggi piove sarà per me
cercarti ha sempre senso
trovarti anche un momento
per dirti che non muore niente
se vuoi farlo vivere
per me sei
non sarà che oggi piove
domani chissà
se accanto avrò un ricordo
o un colore di un età
prima di abitare nel mondo penso che
stavo dentro un suono profondo anche se

Fuoco e cenere

Spengo riaccendo mi giro e poi riguardo intorno,
svengo riprendo i sensi quando vieni giorno
petali di vita sfoglio sopra in tempo ora che è finita me ne rendo conto;
ora che le mie mani cercano il tuo viso
corre e stringe le emozioni in un istante
vola quel desiderio vivo ed accecante
adesso che senza te io non respiro più.
ed è così che tu vivi dentro me come fuoco e cenere come tutto e niente
come il bene e il male male da morire
sii perché bruci dentro me come fuoco e cenere come vento e polvere mi porti via un sogno pieno di poesia.
Guardo la gente le sfide di ogni giorno
sguardo assente insegue il tuo ritorno
ma non riesco a credere che non sei qui con me.
ed è così che tu vivi dentro me come fuoco e cenere come tutto e niente
come il bene e il male male da morire
si perché bruci dentro me come fuoco e cenere come vento e polvere mi porti via un sogno di poesia.
ho paura di non farcela ma c’è un qualcosa in me nella forza dell’amore
urlerò il tuo nome al cielo viaggerò come un fiume in piena per sconfiggere il tuo addio.
ed è così che tu vivi dentro me come fuoco e cenere come tutto e niente
come il bene e il male male da morire
sì perché bruci dentro me come fuoco e cenere come vento e polvere mi porti via un sogno di poesia
si perché bruci dentro me come fuoco e cenere come vento e polvere mi porti via un sogno pieno di poesia.

Follia d’amore

Dire si dire mai
non è facile sai
se tutti quanti siamo in orbita nella follia
io non so più chi sei
non mi importa chi sei
mi basta perdere l’incanto di una nostalgia
ma vedrai un altro me in un sogno fragile
riderai come se
non ti avessi amato mai
cercherai un altro me
oltre all’ombra di un caffè
troverai solo me
se mi fermo un attimo io non so più chi sei
qui si vive cose
day by day
night by night
e intanto il mondo si distoglie dalla sua poesia
non dipingermi mai non costringermi mai
abbandoniamoci alla soglia della mia pazzia
e vedrai un altro me disarmato fragile
perché quello che sei
non lo cambierai mai
neanche se fossi tu
come il tempo a correr via
ma rimani con me
non mi perdo neanche un solo attimo di te
e vedrai un altra te
quasi invincibile come non mai
viva come non mai
ed è li che tu mi avrai
oltre false magie l’orizzonte sarai
splenderai
splenderai
splenderai
splenderai

Lontano da tutto

Oggi quando torni non mi troverai
sarò nel mio cappotto a camminare un po’
sarà solo un ora un ora per me
lontano da tutto lontano da te
da noi
oh oh
da noi
oh oh
ormai da qualche tempo mi confondo in te
che conosci i miei risvegli e i dubbi che non ho
e se normalmente è bello cercarsi
è sano ogni tanto dimenticarsi
davvero
davvero
davvero
lascio libero uno spazio
per potermi avvicinare e sentire la mancanza
e un vuoto da riempire mi lontano dal tuo abbraccio
per poterci ritornare perché sia sempre
una scelta e non un patto da onorare
e se normalmente è bello cercarsi
è sano ogni tanto dimenticarsi
davvero
davvero
dimenticarsi davvero
ah ah
dimenticarsi davvero
ah ah
dimenticarsi davvero

Vivo sospesa

Tra sogno e quotidianità
io mi ero persa
per strade sconosciute già cambiate prima di arrivare
nel mio percorso
speranze e possibilità
nei nuovi giorni
la vita si trasformerà
cambiando colore
rendendo il dolore
un punto di forza in tempeste di vento
fragile forma consumata dal tempo
vivo sospesa
e un giorno io ti rivedrò
a ogni respiro
la vita io trasformerò
cambiando i miei giorni
credendo i miei sogni
punti di forza in tempeste di vento
fragili forme consumate dal tempo
trasformerò le ferite profonde
e le parole in sospiri di amanti
proteggerò i miei sogni più puri
si sveleranno al calore del giorno
punti di forza in tempeste di vento
fragili forme consumate dal tempo
punti di forza in tempeste di vento
fragili forme consumate dal tempo
trasformerò le ferite profonde
e le parole in sospiri di amanti

Arriverà

Piangerai come pioggia tu piangerai e te ne andrai
Come le foglie col vento d’autunno triste tu te ne andrai
certa che mai ti perdonerai
Ma si sveglierà il tuo cuore in un giorno d’estate rovente in cui il sole sarà
E cambierai la tristezza dei pianti in sorrisi lucenti tu sorriderai
E arriverà il sapore del bacio più dolce e un abbraccio che ti scalderà
Arriverà una frase e una luna di quelle che poi ti sorprenderà
Arriverà la mia pelle a curar le tue voglie la magia delle stelle
Penserai che la vita è ingiusta e piangerai e ripenserai alla volta in cui non ti ho detto no
Non ti lascerò mai
poi di colpo di buio intorno a noi
ma si sveglierà il tuo cuore in un giorno d’estate rovente in cui il sole sarà
E cambierai la tristezza dei pianti
in sorrisi lucenti tu sorriderai
E arriverà il sapore del bacio più dolce
e un abbraccio che ti scalderà
Arriverà una frase e una luna di quelle che poi ti sorprenderà
Arriverà la mia pelle a curar le tue voglie
la magia delle stelle
La poesia della neve che cade e rumore non fa
La mia pelle a curar le tue voglie
La magia della neve che cade e rumore non fa

Il vento e le rose

Senti chi bussa alla porta
sarà il solito scocciatore della domenica
ma no, tu non ti muovere
che stai benissimo su di me
venti minuti d’amore
e sentire alla televisione di questa economia
mi vuoi, o vuoi un altro caffè
dicevi non si può e poi sei qui da me
e un giorno il cielo si aprirà
e mi racconterà che tu
tu sei un’altra illusione
ma fino ad allora fammi vivere così
nell’incoscienza ormai di chi
confonde il vento con le rose
giura, o forse è meglio di no
sarà l’ennesima voglia di nuovo di questa vita mia
tra noi un letto ed un caffè
chissà domani se sarà possibile
e un giorno il cielo si aprirà
e mi racconterà che tu
tu sei la solita illusione
ma fino ad allora fammi vivere così
nell’incoscienza ormai di chi
confonde il sesso con l’amore
ma fino ad allora fammi vivere così
nell’incoscienza ormai di chi
confonde il vento con le rose
senti chi bussa alla porta

Il mare immenso

A volte io vorrei arrivare in cima ai tuoi segnali
per intuire tutti i sensi unici
a volte o quasi sempre io mi perdo nella notte
decido poi di scivolarti addosso
e cancellare tutto e niente mi appartiene
ma c’è qualcosa dentro che mi morde l’anima
L’amore che distrugge come cielo a fulmine
il nostro cuore fuorilegge
spara colpi di dolore
è troppo tempo che non si fa più l’amore
non scorre il sangue dentro al fiume
che ci portava verso il mare, quel mare immenso
adesso non mi pento più e rimango qui da sola
dipingo la memoria alle pareti
lo so che quasi sempre io dimenticavo il senso
non respiravo venti più leggeri
è scivolato tutto e niente ti appartiene
ma c’è qualcosa dentro che mi brucia l’anima
L’amore che distrugge come cielo a fulmine
il nostro cuore fuorilegge
spara colpi di dolore
è troppo tempo che non si fa più l’amore
non scorre il sangue dentro al fiume
che ci portava verso il mare
immenso
Come radici agli alberi d’inverno, senza più foglie
quel mare dentro
che spegne e annega ogni tormento mi toglie il fiato
Ma poi ancora respiro
Senza più fiamme
è troppo tempo che non si fa più l’amore
non scorre il sangue dentro al fiume
che ci portava verso il mare, quel mare immenso…

Bastardo

C’è una ragione di più
l’hai detto
ma che bravo
ma questa parte di te
davvero la ignoravo
non me l’aspettavo davvero
è come bere il più potente veleno
è amaro
non recuperare ti prego
tanto più parli e ancora meno ti credo
peccato
lascia al silenzio la sua verità
aspetta
voglio dirti quello che sento
farti morire nello stesso momento
bastardo
voglio affrontarti senza fare un lamento
voglio bruciarti con il fuoco che ho dentro
per poi vederti cenere bastardo
far soffiare su di te il vento
io spezzata in due dal dolore
mentre ti amavo tu facevi l’amore
per gioco
lasciami sognare la vita
l’hai detto tu quando è finita è finita
io vado
chissà se un giorno poi mi passerà
la rabbia che porto nel cuore
voglio dirti quello che sento
farti morire nello stesso momento
bastardo vedere gli occhi tuoi in un mare profondo
farti affogare nei singhiozzi del pianto
e spingerti sempre più giù bastardo
ma purtroppo tocca a me
soffrire gridare morire
tu hai preso senza dare mai
noi la cosa che non vuoi
maledetto sporco amore…
voglio dirti quello che sento
farti morire nello stesso momento
bastardo
e poi vederti cenere
bastardo
ma purtroppo tocca a me
soffrire
gridare
ti amo bastardo